27 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

15 settembre 2022

Unicoop Tirreno vara misure anti-spreco energetico

La cooperativa di consumo punta a ridurre i consumi nei suoi punti vendita di circa un milione di kWh in un anno.

Un piano chiamato “Abbassiamo le luci contro il caro-bollette” è la risposta di Unicoop Tirreno all’incremento dei costi dell’elettricità: la cooperativa di consumo che conta 96 punti vendita in Toscana, Lazio ed Umbria, con circa 530mila soci e 3.500 dipendenti, e un fatturato 2021 di 852,2 milioni di euro, punta a ridurre i consumi energetici di circa un milione di kWh in un anno. Secondo il bilancio di sostenibilità recentemente presentato, nel 2021 il consumo di energia elettrica è stato di 65,1 milioni di kWh, il 10% in meno in due anni.

Nel piano la cooperativa ha messo insieme una serie di misure come l’adeguamento della temperatura interna, la riduzione dell’orario di funzionamento degli impianti di condizionamento, lo spegnimento delle insegne e delle apparecchiature non necessarie dopo la chiusura dei punti vendita, l’abbassamento dell’intensità delle luci in alcuni momenti della giornata, la chiusura delle porte di ingresso dei punti vendita per evitare dispersioni termiche, l’interruzione durante le ore notturne del riciclo dell’aria, l’efficientamento dell’utilizzo celle e banchi frigoriferi, così come degli elettrodomestici in dotazione.

“Così contrastiamo l’aumento dei prezzi”

“La fase storica che stiamo vivendo – ha commentato il direttore generale Piero Canova -, caratterizzata dall’impennata dei prezzi dell’energia e da un’inflazione sempre più galoppante, stanno mettendo a dura prova l’economia italiana e in particolar modo la grande distribuzione, che si trova a dover fronteggiare numerose criticità. Per questo siamo i primi a intervenire, impegnandoci in un piano d’azione, per i nostri uffici e punti vendita, che consentirà di ridurre i consumi di energia e contrastare l’aumento dei prezzi dei generi alimentari”.

“La cooperativa da sempre pone al centro delle sue attenzioni i consumatori – afferma il presidente Marco Lami – e in particolare le fasce più deboli della popolazione, attraverso la difesa del loro potere d’acquisto e il sostegno alle iniziative sociali e di solidarietà, a beneficio dei cittadini e delle comunità di riferimento”. Già da prima del recente caro-bollette, Unicoop Tirreno ha provveduto nel tempo a installare nei suoi punti vendita luci a led, impianti fotovoltaici, sistemi di controllo che monitorano da remoto i consumi di macchinari, impianti frigo e di condizionamento, così come le colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

26 settembre 2022

T24 live del 26 settembre 2022

Leggi tutto
Impresa

25 settembre 2022

Toscana alle urne: lunedì speciale elezioni su t24, con aggiornamenti continui nel corso della giornata

Leggi tutto
Impresa

23 settembre 2022

New Value apre una Lean-Academy a Singapore

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci