25 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

08 agosto 2023

A metà 2023 meno infortuni sul lavoro, ma aumentano le malattie professionali

Secondo i dati Inail, in Toscana gli incidenti sono calati di oltre il 17% in un anno, con dodici morti in meno (più di un terzo).

Leonardo Testai

Un operaio a lavoro

Al giro di boa di metà 2023 in Toscana si registrano meno infortuni sul lavoro, e meno morti di un anno fa, ma crescono le denunce relative alle malattie professionali. E’ quanto emerge dal bollettino trimestrale dell’Inail, che vede la regione sostanzialmente in linea col dato medio registrato in Italia, ma con un calo più marcato degli incidenti con esito fatale. A livello nazionale, osserva l’istituto, “nei primi sei mesi di quest’anno si registra, rispetto all’analogo periodo del 2022, una decisa riduzione delle denunce di infortunio in complesso (dovuta quasi esclusivamente al notevole minor peso dei casi di contagio da Covid-19), un lieve calo di quelle mortali e una crescita delle malattie professionali”.

Il rendiconto di metà anno conferma i dati dei primi quattro mesi resi noti nel corso del roadshow di Inail a Firenze del giugno scorso. Da gennaio a giugno 2023 le denunce per infortuni sul lavoro in Toscana sono state 23.401 contro le 28.255 dello stesso periodo del 2022, con una flessione del -17,18%, lievemente inferiore al dato nazionale (-22,40%). Le morti sul lavoro, nel periodo preso in esame, sono state 21, contro le 33 di un anno fa (-36,36%, contro il -2,81% nazionale). In rialzo, invece, le denunce relative a malattie professionali: 5.836 nei primi sei mesi 2023 (+22,17%, in linea col +22,38% nazionale).

Toscana protagonista del bando Bit 2022

Due mesi fa la direzione regionale dell’Inail ha firmato un protocollo di intesa con la Regione Toscana al fine di promuovere salute e sicurezza negli ambienti di lavoro, attraverso lo sviluppo di progetti congiunti. E c’è molta Toscana anche nel bando Bit 2022, con cui saranno finanziati (la dotazione è di due milioni di euro) 17 progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro.

Il bando è stato infatti lanciato nel novembre 2022 dall’Inail insieme al centro di competenza Artes 4.0, che ha sede a Pontedera, e supporta le imprese nei processi connessi allo sviluppo e alla realizzazione di progetti innovativi. E sui 17 progetti ammessi al finanziamento, 9 sono frutto del lavoro di aziende toscane: Nuova Simat, Mediate, Generale Sistemi, Visual Engines, Kiwibit, Geckosoft, Next Generation Robotics, Sigma Ingegneria e Ame – Advanced Microwave Engineering.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Formazione

23 febbraio 2024

Formazione: nasce l’Its Academy dei servizi alle imprese e agli enti no-profit

Leggi tutto
Mestieri

20 febbraio 2024

Fs a caccia di giovani in Toscana: “Tante assunzioni nei prossimi anni”

Leggi tutto
Formazione

19 febbraio 2024

Servizio civile universale, 3000 posti in Toscana la scadenza delle domande prorogata al 22 febbraio

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci