19 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Sviluppo

19 ottobre 2023

Siena, GSK inaugura il Vaccine science center

Negli spazi del sito senese, GSK apre ai visitatori un percorso espositivo e che racconta oltre 100 anni di storia della vaccinologia.

L'inaugurazione del Vaccine science center

La storia dei vaccini è ora a portata di mano. Dopo gli ultimi anni dominati dalla paura del Covid e dall’attesa spasmodica di un vaccino che lo debellasse, l’iniziativa è sicuramente attuale. E’ stato infatti inaugurato oggi nel sito senese di GSK il Siena Vaccine Science Centre, nuovo spazio sulla scienza dei vaccini, da oggi aperto su prenotazione a studenti e visitatori esterni. Si tratta di un percorso espositivo interattivo che vuole accompagnare il visitatore in un viaggio alla scoperta delle tappe principali della storia della vaccinologia, con uno sguardo alle innovazioni e tecnologie del futuro.

L’impegno di GSK per scoprire nuovi vaccini

GSK è un’azienda biofarmaceutica globale con lo scopo di unire scienza, tecnologia e talento per essere un passo avanti rispetto alle malattie e impegnata a prevenire e trattarle con vaccini, farmaci specialistici e per la medicina generale. Il centro GSK di Siena dedicato alla ricerca e sviluppo, insieme al sito produttivo della vicina località di Rosia, rappresentano da oltre cento anni un’eccellenza nel panorama della vaccinologia internazionale. I due siti sono un’unica entità che impiega oltre 2500 collaboratori provenienti da tutto il mondo. La realtà di Siena e Rosia copre tutte le fasi della messa a punto di un vaccino, sviluppando negli anni numerosi progetti, con un particolare attenzione ai vaccini batterici. A Siena è presente anche il GSK Vaccines Institute for Global Health (GVGH), l’unico istituto in GSK che sviluppa vaccini contro le malattie infettive che colpiscono maggiormente le comunità più povere del pianeta. Info: www.it.gsk.com.

Punto di partenza la storia unica di Achille Sclavo

La storia unica del territorio senese che, grazie all’opera di Achille Sclavo, fin dagli inizi del ‘900 vanta uno sviluppo di assoluto rilievo nell’ambito delle scienze della vita fino a diventare una tra le “capitali” della vaccinologia mondiale, è il punto di partenza del percorso. Sull’importanza dell’eredità Sclavo ha lavorato per anni l’Università di Siena, che ha prima realizzato la catalogazione del fondo archivistico e dei reperti aziendali recuperati dal Gruppo Anziani Sclavo e, su una parte di materiali concessa dal Gruppo, ha poi curato il progetto scientifico di quella che sarebbe poi diventata la sezione storica del Siena Vaccine Science Centre. GSK ha deciso così di consolidare un vero e proprio Centro della Scienza da rendere fruibile anche a visitatori esterni: un percorso che combina materiali storici, ricostruzioni virtuali e attività interattive in una panoramica scientificamente rigorosa su come funzionano i vaccini, da dove vengono, come si sono innovati nel tempo e in che modo potranno affrontare le future sfide per la salute attraverso le nuove tecnologie.

De Gregorio: “Una comunità con un’eredità storica importante”

“La decisione di realizzare un Centro della Scienza dei Vaccini a Siena e di aprirlo alla comunità è molto opportuna per diversi motivi ” spiega Ennio De Gregorio, amministratore delegato di Gsk Vaccines Italia.
“L’eredità storica del nostro sito è intrecciata a quella della comunità; per questo abbiamo voluto restituirla sotto forma di uno spazio che racconta sia la storia sia il futuro di questa scienza. In particolare per gli studenti, che di questo futuro sono i depositari. Una decisione di responsabilità sociale, cui tanti colleghi hanno lavorato con passione, che crediamo possa valorizzare un sito e un territorio dai tratti unici per la sua vocazione all’innovazione scientifica”.

Sito divulgativo gestito dalla Fondazione Achille Sclavo

Il Siena Vaccine Science Centre è un’esposizione a scopo divulgativo, senza alcuna finalità promozionale o
commerciale. GSK ne ha perciò affidato la gestione a Fondazione Achille Sclavo E.T.S., organizzazione impegnata in attività di solidarietà e interesse sociale nell’ambito della ricerca scientifica a supporto dei Paesi in via di sviluppo. La Fondazione Achille Sclavo Ente del Terzo Settore (E.T.S.) è stata costituita nel 2011, per accelerare la disponibilità di vaccini negletti per i Paesi in via di sviluppo. Non ha scopo di lucro e persegue finalità di solidarietà sociale nel settore della ricerca scientifica e formazione di particolare interesse sociale. Nata per proseguire l’impegno di Achille Sclavo nella lotta alle malattie infettive, che ancora oggi affliggono i Paesi a basso reddito, si ispira ai suoi principi di solidità scientifica, formazione, approccio multidisciplinare alla salute e alla lotta contro le malattie infettive, nonché corretta alimentazione. La Fondazione si concentra sulla connessione fra salute, con specifico riferimento alle malattie infettive, alimentazione e sostenibilità per combattere la povertà. Curando sia gli aspetti della ricerca sia della formazione, grazie a finanziamenti regionali, europei ed internazionali, ha contribuito all’avanzamento di un vaccino contro una malattia negletta dell’Africa sub-Sahariana, collaborando con l’Organizzazione Mondiale della Sanità di Ginevra oltre a sostenere alcune edizioni del Master in Vaccinology and Pharmaceutical Clinical Development, destinato alla formazione di personale sanitario a sostegno delle popolazioni svantaggiate. Info: www.fondazionesclavo.org. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Sviluppo

16 maggio 2024

Firenze Fiera, canone ridotto del 33% per la Fortezza e possibile futuro ‘stand alone’

Leggi tutto
Sviluppo

29 aprile 2024

Ricerca e sviluppo, quasi 900 imprese partecipano ai bandi della Regione

Leggi tutto
Sviluppo

26 marzo 2024

Aeroporto dell’Elba, accordo per governance e gestione

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci