18 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Startup

12 luglio 2023

Intelligenza artificiale per gestire l’energia: ecco Homsai (con Enegan)

La startup lucchese ha vinto la prima Energy Innovation Cup, promossa dal trader toscano insieme al venture capital Iag

Ottimizzare il consumo di energia in casa, facendo gestire pannelli fotovoltaici e impianti di riscaldamento all’intelligenza artificiale: è l’idea di Homsai, startup nata nel 2022 a Lucca, che ha vinto il primo premio della Energy Innovation Cup, iniziativa promossa da Enegan e dal venture capital Iag. Le startup finaliste sono state scelte per presentare i loro progetti durante l’evento conclusivo, tenutosi allo startup studio fiorentino Nana Bianca: come vincitrice, Homsai avrà l’opportunità di collaborare con Enegan per realizzare progetti concreti e apportare nuove soluzioni nell’ambito della green economy.

“Il nostro utilizzo dell’intelligenza artificiale non è uno slogan”, rivendica Fabrizio Ridolfi cofondatore di Homsai, spiegando che “l’intelligenza artificiale per noi è abilitante, ci permette di predire la produzione del fotovoltaico, e di predire i consumi di energia dell’abitazione, per cui permette al nostro software di capire quando accendere i dispositivi della casa in base alla produzione dell’impianto fotovoltaico. Homsai non può creare energia dove non c’è, ma la ottimizza: ti fa autoconsumare al meglio, non ti fa sprecare niente di quello che produci”.

Nuovi sviluppi in vista per la app

I dispositivi pilotati via cloud dalla versione attuale della app di Homsai sono gli impianti di riscaldamento e di climatizzazione: ma è previsto l’inserimento di altri elettrodomestici. Allo stesso modo, il meccanismo si può applicare anche su altre fonti di energia, non solo il fotovoltaico: “Qualsiasi cosa consumi energia – dice Ridolfi – e sia smart, connesso a Internet, può essere gestito da Homsai”. Il motore Ai di Homsai può servire anche le esigenze delle imprese che hanno impianti di produzione”.

Homsai, oggi all’interno del programma di incubazione del Polo Tecnologico Lucchese, beneficerà del rapporto con Enegan. “Per una startup come la nostra – spirga il cofondatore -, una società innovativa che ha ricevuto una prima accelerazione, un primo investimento in fase preseed, è fondamentale avere l’opportunità di collaborare con un’impresa già presente e matura sul mercato. Questo ci aiuta sia a indirizzare la soluzione tecnica verso un bisogno più concreto di mercato, sia ad aprirci un possibile canale commerciale. Stiamo lavorando su un go to market: quando avremo i primi riscontri di mercato a quel punto potremo pianificare un round”.

“Insieme realizzeremo progetti per una svolta green”

“Queste startup dimostrano la concreta possibilità di un futuro sostenibile in un contesto di crescita economica – sostiene Walter Bucelli, direttore generale di Enegan – e gettano le basi di un’economia verde a partire dalla gestione ottimale delle risorse energetiche. Il nostro percorso, iniziato nel 2010 proprio quando eravamo una startup come Homsai, ci ha portato in pochi anni ad essere uno dei principali attori nel settore della green energy; ora la nostra ambizione è quella di essere un mentore per Homsai e, insieme, realizzare dei progetti che diano ancora più impulso alla svolta green degli ultimi anni”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Startup

04 giugno 2024

Startup livornese offre supporto psicologico ai suoi dipendenti

Leggi tutto
Startup

03 giugno 2024

Due startup toscane protagoniste al demo day di Up2stars

Leggi tutto
Startup

22 maggio 2024

Startup, arriva il demo day di Hubble, neoimprese a confronto

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci