21 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

18 agosto 2023

Col rigassificatore di Piombino stoccaggi di gas record in Italia

A metà agosto il dato di oltre il 90% è più alto rispetto al 2022, quando i flussi dalla Russia erano ben più consistenti.

Con l’entrata in funzione del rigassificatore di Piombino – la ormai famosa nave Golar Tundra di Snam – lo stoccaggio di gas in Italia ha raggiunto livelli record: le scorte hanno superato la soglia del 90% lo scorso 14 agosto, a fronte di un dato dell’80% che era stato raggiunto nell’ultima settimana di agosto 2022, quando però oltre il 18% dei flussi giornalieri di gas proveniva ancora dalla Russia attraverso il valico di Tarvisio. E la diminuzione dei flussi di gas dalla Russia verso l’Europa già registrata nel 2022, secondo Snam, si confermerà anche nella seconda metà del 2023. In Europa (89,75% di stoccaggio) si sono superati i mille TWh di gas, con la Germania in prima fila a 230,29 (91,92%), davanti all’Italia, all’Olanda (92,57% a 131,83) e alla Francia (82,87% a 112,9).

Da Piombino e Ravenna il 13% del fabbisogno energetico

Lo scorso 16 agosto sono arrivati 131,88 milioni di KWh di gas naturale liquefatto distribuito dal rigassificatore galleggiante di Piombino, il doppio del volume transitato dal rigassificatore di Panigaglia, in Liguria. Con una capacità di rigassificazione pari a 5 miliardi di metri cubi l’anno, il rigassificatore di Piombino sarà in grado di soddisfare, insieme all’altra nave di pari capacità destinata al porto di Ravenna – la cui messa in opera è attesa per il 2024 -, il 13% del fabbisogno energetico italiano. Snam, peraltro, ha già venduto il 100% di capacità di rigassificazione della Golar Tundra per il primo anno di attività.

“Per il secondo anno siamo al 95% – ha spiegato l’amministratore delegato di Snam, Stefano Venier – e abbiamo assegnato l’87% per gli anni seguenti fino al ventesimo. Praticamente abbiamo venduto quasi tutta la capacità per i prossimi 20 anni”. Compresi, dunque, gli anni in cui il rigassificatore non sarà collocato a Piombino, ma in Liguria, secondo quanto deciso nei mesi scorsi. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

20 giugno 2024

Pioggia di medaglie per il vino toscano

Leggi tutto
Territorio

19 giugno 2024

Alluvione in Toscana, dal 1 luglio i contributi per le imprese

Leggi tutto
Territorio

17 giugno 2024

Ballottaggio a Firenze, l’incognita del mare sul duello Funaro-Schmidt

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci