26 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Formazione

17 aprile 2023

Baker Hughes-Nuovo Pignone, intesa con l’Università di Firenze

Nell’accordo la creazione di laboratori congiunti, l’attivazione di stage, iniziative di formazione e orientamento al lavoro.

Un accordo di cinque anni tra Università di Firenze e Baker Hughes-Nuovo Pignone per promuovere la ricerca universitaria e lo sviluppo industriale in chiave di trasferimento tecnologico, prevedendo la creazione di laboratori congiunti su specifiche tematiche e l’attivazione di stage, con iniziative di formazione e orientamento al lavoro. L’intesa, siglata oggi a Firenze, è l’ultima di una storica partnership tra Nuovo Pignone e l’ateneo fiorentino, avviata nel 1975.

“La collaborazione pubblico-privato è essenziale”

“Siamo entusiasti di proseguire e rafforzare la collaborazione con l’Università di Firenze – ha affermato Paolo Noccioni, presidente Nuovo Pignone, Iet, Baker Hughes -, un partner di grande importanza per noi e che ci accompagna da diversi anni nel nostro percorso di innovazione. Il filo rosso di questa collaborazione sono le attività di tipo ingegneristico ma poi sono estese: insieme abbiamo lavorato alla Big Academy, insieme siamo soci fondatori dell’Its Prime. La collaborazione tra pubblico e privato è un elemento essenziale per vincere la sfida della transizione energetica e per rendere il settore dell’energia più sostenibile in futuro”.

Noccioni ha sottolineato che “noi siamo un’azienda di tecnologia col settore dell’energia, stiamo vivendo una sfida epocale, quella della transizione energetica. Noi stiamo lavorando alle nuove tecnologie, stiamo sviluppando tecnologie per la decarbonizzazione. E ancora siamo a lavoro su tecnologie come l’idrogeno, il geotermico, l’elettrificazione in generale. Quello che noi pensiamo è che non ci sia un’unica soluzione al problema della decarbonizzazione. Tutte le tecnologie disponibili devono essere messe in campo per vincere la sfida della decarbonizzazione. Il percorso della transizione energetica è lungo”.

Quasi 50 anni di collaborazione tra Pignone e Ateneo

Le prime collaborazioni tra Università di Firenze e Baker Hughes risalgono al 1975 e ha assunto una forma strutturata e continuativa nel 1990: nel tempo hanno intrecciato piani diversi come avvenuto di recente per il progetto ‘Archivio storico di Nuovo Pignone’, relativo alla conservazione e alla riscoperta della storia di Nuovo Pignone a cura della Scuola di Scienze Archivistiche e Biblioteconomiche. Un archivio che raggrupperà 110mila fotografie, 500 immagini su lastre in vetro, 1000 scatole contenenti oggetti, e 50mila unità archivistiche.

La rettrice dell’Università di Firenze Alessandra Petrucci si è detta “particolarmente orgogliosa di questo nuovo accordo che vede il nostro ateneo come interlocutore privilegiato di un partner industriale come Baker Hughes, che ha base a Firenze e ha progetti di valore in tutto il mondo – ha detto. Avremo una fortissima collaborazione tra i nostri docenti e l’azienda, e la possibilità per gli studenti di effettuare stage all’interno di Baker Hughes”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Scuola

24 maggio 2024

Findomestic Camp 2024, sfida su educazione finanziaria e sostenibilità ambientale

Leggi tutto
Scuola

24 maggio 2024

E’ nata la Fondazione per la formazione tecnologica per le imprese toscane

Leggi tutto
Formazione

16 maggio 2024

Festival del Lavoro a Firenze, prima giornata con l’Ai protagonista

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci