27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

03 febbraio 2023

Yachtline cresce (+26%) e apre il terzo stabilimento da 10 milioni a Vicopisano

L’azienda di arredi per yacht e ville assume 50 persone. Tre le ultime commesse il quartiere Mareterra a Montecarlo e il treno Orient Express.

Silvia Pieraccini

Lo stabilimento Yachtline a Bientina

Non è solo leader mondiale negli arredi per maxi yacht. Da qualche anno l’azienda Yachtline 1681 di Bientina (Pisa), che fa capo a Fiorenzo Bandecchi e Enrico Ciacchini, ha diversificato nel business degli arredi per ville di lusso, che sta crescendo a ritmi sostenuti: da Lugano a Miami fino a Shanghai, magnati e imprenditori scelgono il mix di artigianalità e tecnologia affinato in quasi 30 anni di ricerca e brevetti.

Due commesse prestigiose: ‘Mareterra’ a Montecarlo e il treno Orient Express di Belmond (Lvmh)

Una delle ultime commesse di Yachtline, del valore di diversi milioni di euro, è la realizzazione delle armadiature per 190 residenze di superlusso del nascente quartiere Mareterra di Montecarlo, progettato da Renzo Piano, e di quattro ville sempre nel Principato di Monaco. L’azienda pisana sta lavorando anche al rifacimento degli interni del Venice-Simplon Orient Express, il leggendario treno del gruppo alberghiero Belmond, proprietà del colosso francese Lvmh.

Terza fabbrica da 20mila mq e 50 assunzioni

Proprio per far fronte alle commesse di falegnameria per le ville di lusso, Yachtline sta per aggiungere un terzo stabilimento produttivo da 20mila metri quadrati, frutto del recupero di un ex magazzino Piaggio a Lugnano, nel comune di Vicopisano, vicino alla Terme di Uliveto. Lo stabilimento, circondato da un parco di 40mila mq, sarà dotato di pannelli solari, tecnologie a risparmio energetico, e accoglierà 50 nuovi addetti nei reparti verniciatura, logistica e falegnameria. L’apertura è prevista in primavera.

Le simulazioni degli ambienti riducono gli errori

“Abbiamo investito più di 10 milioni di euro – spiega Fiorenzo Bandecchi – per realizzare uno stabilimento che servirà soprattutto per gli arredi su misura per le ville di lusso: 10mila mq saranno destinati ai ponti simulati, il nostro sistema che riproduce gli ambienti reali e permette di mostrare al cliente ogni dettaglio degli arredi finiti prima che siano montati”. In questo modo i tempi si accorciano e i margini di errore si riducono.

Fatturato a 71 milioni e 226 addetti

Yachtline ha chiuso il 2022 con un fatturato di 71 milioni di euro (per il 50% prodotto arredando maxi yacht), cresciuto del 26% rispetto al 2019 pre-Covid, e 226 addetti diretti. Il 60% del fatturato è realizzato all’estero, grazie alle commesse per i grandi cantieri navali nordeuropei come Lürssen, Feadship, Nobiskrug e alle ville di magnati internazionali. Con le aziende controllate che si occupano sempre di forniture nautiche, il gruppo Yachtline ha superato i 90 milioni di ricavi e i 500 addetti. Le commesse in portafoglio ipotecano un futuro di ulteriore crescita.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 maggio 2024

Pelletteria: Sapaf compie 70 anni e cresce con i clienti di nicchia (e con l’AI)

Leggi tutto
Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci