20 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

28 giugno 2023

Toscana Aeroporti mette nel mirino il traffico pre-Covid con Volotea

L’ad spagnolo Carlos Muñoz a Firenze per visitare la base inaugurata in primavera. Carrai fiducioso sui numeri 2023.

Leonardo Testai

Da sinistra a destra: Valeria Rebasti, international market director di Volotea; Carlos Munoz, fondatore e amministratore delegato di Volotea; Federico Barraco, direttore comunicazione di Toscana Aeroporti; Linda Stivala, direttore commerciale di Toscana Aeroporti.

Oltre 180mila posti venduti dall’inizio dell’anno – più della metà dei posti in vendita per i voli da e per Firenze – con un tasso medio di riempimento degli aeromobili del 91%, e un tasso di raccomandazione del 91% presso lo scalo fiorentino: i numeri di Volotea, la compagnia aerea spagnola che a Peretola ha una base annunciata nel 2022 e aperta la scorsa primavera (con 33 nuovi posti di lavoro generati fra piloti e personale di bordo) alimentano l’ottimismo di Toscana Aeroporti per un ritorno, a fine 2023, ai numeri di traffico del pre-Covid.

Per l’anno in corso, Volotea scenderà in pista a Peretola con un totale di circa 2.100 voli, pari a 324.000 posti in vendita, con 12 rotte da e per Firenze: cinque destinazioni in Francia (Bordeaux, Lione, Marsiglia, Nantes e Tolosa), una in Spagna (Bilbao) e le città italiane di Bari, Cagliari, Catania, Olbia e Palermo, oltre ad Amburgo, in Germania, dal prossimo ottobre. Volotea vola su Olbia e Nantes anche dall’aeroporto di Pisa, generando un’offerta di 41mila posti in vendita, per un totale regionale di 364mila posti in vendita. Vettore full Airbus dal 2021, Volotea opera a Firenze con gli A319 che hanno consentito performance migliori rispetto ai vecchi Boeing 717, abbassando il tasso di dirottamenti e portandolo intorno allo 0,3%.

La compagnia spagnola pensa a uno sviluppo ulteriore

“Un doveroso ringraziamento va all’aeroporto per la preziosa collaborazione e il supporto che ci ha dato”, ha affermato Carlos Muñoz, fondatore e amministratore delegato di Volotea, che ha visitato la base di Firenze e incontrato la stampa insieme al presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai. “L’esperienza ci dice che per ogni posto di lavoro diretto di una compagnia aerea si generano sei o sette posti indiretti per manutenzione, handling, alberghi e ristoranti: vuol dire, per la base di Volotea a Firenze, più di 200 lavoratori in tutto”.

I risultati ottenuti a Firenze “ci confermano la bontà della nostra scelta di investire su questa città, decidendo di inaugurare proprio qui la nostra settima base italiana”, ha dichiarato il fondatore di Volotea. “Puntiamo a consolidare la connettività di questo territorio, con un’ampia gamma di rotte e orari sempre più comodi per chi viaggia”, ha detto, sottolineando che questo “è soltanto l’inizio, noi siamo una compagnia che guarda al lungo periodo. Per noi domani non è molto importante perché tra uno tra cinque anni. Abbiamo la fiducia che tra cinque anni avremo trovato un percorso, ma dobbiamo lavorare ogni giorno per arrivare lì, dove avremo molte più destinazioni delle attuali dodici”.

Carrai vede rosa: “Nel 2023 risultati migliori del 2019”

Lo sviluppo della compagnia low cost spagnola a Peretola, oltre che su Pisa, fa intravedere a Toscana Aeroporti più da vicino la possibilità di tornare, finalmente, sulla traiettoria di sviluppo del traffico e degli affari interrotta dalla pandemia, con un numero di movimenti giornalieri che si sta attestando su livelli superiori al pre-Covid. “Grazie anche a Volotea – ha spiegato Carrai – l’aeroporto di Firenze, come quello di Pisa, avrà nel 2023 risultati maggiori di quelli che aveva avuto prima della pandemia, nel 2019. Questo nessuno lo aveva immaginato, tranne pochi che avevano detto che la risposta sarebbe stata elastica tanto quanto il down della pandemia: ma le persone sono nate per volare”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

20 giugno 2024

Tregua su Amadori, un addio con garanzie (anche per gli avventizi)

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Unicredit supporta lo sviluppo sostenibile di Next Yacht Group srl

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Pitti Bimbo soffre il calo di negozi e prepara l’edizione 100 del rilancio

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci