18 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Industria

18 gennaio 2024

Potenziali acquirenti per Fimer, ipotesi asta a primavera

Il punto al tavolo del Mimit evidenzia interesse per la fabbrica degli inverter, ora in amministrazione straordinaria.

Tags

Entro i primi di febbraio la strada di Fimer per l’uscita dalla sua lunga crisi potrebbe essere tracciata, con la relazione del programma all’interno del quale sarà indicato anche come uscire dall’amministrazione straordinaria: al tavolo del Mimit è emerso che ci sono soggetti interessati ad acquisire l’azienda degli inverter per fotovoltaico di Terranuova Bracciolini, e l’asta pubblica per i potenziali acquirenti si potrebbe tenere la primavera prossima, per arrivare a una cessione nel secondo semestre del 2024.

“Il fatturato è cresciuto oltre le previsioni”

“L’azienda è ad oggi in una condizione di autonomia anche finanziaria – ha osservato la segretaria della Fim Cisl di Arezzo, Ilaria Paoletti – Anche il fatturato ha avuto una crescita sui mesi precedenti e addirittura maggiore rispetto a quello che era stato preventivato. L’obiettivo dei commissari è quello di accelerare il più possibile la procedura. Fino ad oggi hanno fatto un lavoro straordinario e dovrebbero riuscire a redigere la relazione su quello che poi sarà il programma dell’amministrazione straordinaria rispettando il termine di 60 giorni, che scade i primi di febbraio, senza richiedere un’ulteriore proroga”.

Al tavolo ministeriale hanno preso parte tutte le organizzazioni sindacali, sia di Terranuova Bracciolini che di Vimercate (Milano) dove ha sede centrale Fimer; la Regione Toscana, la Regione Lombardia, il sindaco di Terranuova Sergio Chienni, gli esponenti del ministero che gestiscono l’unità di crisi e la sezione amministrazione straordinaria, e i commissari. “L’amministrazione straordinaria rappresenta finalmente un punto fermo nella vertenza Fimer, interrompe definitivamente una pesante stagione di cattiva gestione aziendale e già fa emergere alcuni primi segnali rassicuranti”, sostiene Valerio Fabiani, consigliere per il lavoro e le crisi aziendali del presidente della Regione Eugenio Giani.

Interesse da investitori industriali

Nell’ultimo mese, conferma proprio la Regione Toscana, si è determinato un “significativo aumento di fatturato” e l’azienda ritiene di poter fare investimenti e valutare la possibilità di nuove assunzioni così da preparare la ripartenza e la cessione”. Secondo Palazzo Strozzi Sacrati, infatti, per Fimer “c’è già la presenza di importanti interessi da parte di alcuni potenziali acquirenti anche a vocazione industriale, e di soggetti del settore in cui opera Fimer”. Cosa che spinge la Regione a chiedere anche un’attenzione per l’indotto delle Pmi sul territorio. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

12 giugno 2024

A Next Yacht Group il cantiere Tisg ex Perini Navi di Viareggio

Leggi tutto
Industria

07 giugno 2024

Agroalimentare, per Prometeia l’industria toscana è troppo piccola

Leggi tutto
Industria

06 giugno 2024

Nuova commessa per ErreDue, avanti con l’idrogeno verde

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci