19 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

28 giugno 2023

Nessun pretendente per il restyling dello stadio di Firenze

Va deserta la gara da 170,5 milioni di euro bandita dal Comune. Il nodo (ingarbugliato) dell’incertezza dei finanziamenti.

Silvia Pieraccini

E’ andata deserta la gara d’appalto integrato (progettazione esecutiva + realizzazione dei lavori) da 170,5 milioni di euro per il restyling dello stadio Artemio Franchi di Firenze. Nessuna impresa ha presentato la busta con l’offerta alla scadenza fissata dal Comune di Firenze alle ore 13 di oggi, 28 giugno, nonostante in sette-otto avessero manifestato formalmente, nei mesi scorsi, l’interesse a partecipare alla gara.

L’incertezza del finanziamento ha fermato i costruttori

Sull’assenza di offerte ha influito, come ammette Palazzo Vecchio, l’incertezza sul finanziamento dell’opera, dopo che il Governo, su indicazione della Commissione europea, ha cancellato – con un decreto interministeriale del 28 aprile scorso – una parte delle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) già assegnate allo stadio. Si tratta di 55 milioni di euro (saliti a 70,3 con la revisione-prezzi operata per l’aumento delle materie prime), che sarebbero dovuti servire per riqualificare il quartiere di Campo di Marte, in cui si trova l’impianto: contro il de-finanziamento del Governo il Comune ha ora deciso di fare ricorso al Tar del Lazio, dopo la mancata indicazione delle motivazioni da Roma e la mancata risposta alla richiesta di accesso agli atti.

Arup farà progetto esecutivo, poi appalto di (soli) lavori

L’operazione – già investita dalle polemiche per la decisione di ristrutturare il “vecchio” stadio anziché farne costruire uno nuovo, altrove, al patron della Fiorentina, Rocco Commisso – ora si complica ulteriormente. Il sindaco Dario Nardella, strenuo sostenitore del restyling del ‘Franchi’, annuncia di voler andare avanti assegnando allo studio Arup, vincitore del concorso internazionale di progettazione, la redazione del progetto esecutivo (fattispecie prevista dal concorso) che vale circa 2,5 milioni di euro, e bandendo poi una nuova gara – presumibilmente in settembre – per i soli lavori di restyling. Con la speranza che a quel punto la vicenda dei finanziamenti si chiarisca, e che si facciano avanti costruttori disposti a eseguire i lavori.

Lo stadio del rugby ospiterà la Fiorentina durante i lavori al ‘Franchi’

Ricorso al Tar e ipotesi che l’Italia sia scelta come Paese ospitante del campionato europeo di calcio nel 2032 (ottenendo così soldi per rifare gli stadi, che potrebbero andare anche a Firenze) sono le due carte che il Comune proverà a giocare nei prossimi mesi. Nel frattempo annuncia di voler finanziare la trasformazione dello stadio del rugby ‘Padovani’, che si trova accanto allo stadio Franchi, in modo che possa ospitare la Fiorentina nel periodo in cui proprio il Franchi sarà inagibile per lavori: oggi ospita duemila posti, nei progetti del Comune arriverà ad avere (con tribune in gran parte provvisorie) 16mila posti. Il costo? Ancora da calcolare, sulla base del progetto che ora Palazzo Vecchio farà.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

17 maggio 2024

Elba-Germania, nuovi voli con Rhein Neckar Air

Leggi tutto
Territorio

17 maggio 2024

Social housing a San Giovanni Valdarno promosso dal Fondo Housing Toscano

Leggi tutto
Territorio

17 maggio 2024

Legacoop Toscana compie i suoi primi cinquant’anni

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci