14 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

15 febbraio 2024

Mi.Gra., dagli scarti del marmo alla scelta di diventare società benefit

L’azienda è controllata con una quota azionaria del 74% da Kerakoll mentre il 26% è di proprietà del Comune di Minucciano, Lucca.

Le cave dove opera Mi.Gra.

Mi.Gra., azienda attiva nella valorizzazione a fini industriali degli scarti minerali derivanti dalle lavorazioni delle cave di marmo nelle Alpi Apuane, si trasforma in società benefit.

Con l’adozione dello status di società benefit, Mi.Gra. ha integrato nel suo oggetto sociale l’impegno a coniugare il business con i principi di sostenibilità sociale e ambientale in ogni aspetto della vita aziendale. Questo ulteriore passo conferma e rafforza l’approccio di impresa responsabile di Mi.Gra., nata con l’obiettivo della riqualificazione e ripristino ambientale del territorio in cui opera e nel quale gestisce l’intero processo di recupero e trasformazione degli scarti minerali in carbonato di calcio, sulla base di un preciso piano elaborato in collaborazione con il Parco Regionale delle Alpi Apuane.

Controllata al 74% da Kerakoll e al 26% dal Comune di Minucciano

Mi.Gra. è controllata con una quota azionaria del 74% da Kerakoll Spa – a sua volta società benefit certificata B corp, realtà multinazionale attiva nel settore dell’edilizia – mentre la restante quota del 26% è di proprietà del Comune di Minucciano, Lucca.

L’impegno statutario di Mi.Gra. per operare in modo responsabile, sostenibile e trasparente è stato redatto in particolare in quattro aree: Ambiente: con il recupero efficiente e responsabile degli scarti minerali, contribuendo a una gestione sostenibile delle attività estrattive e un ridotto consumo di risorse naturali da parte dell’industria manifatturiera; con la conservazione dell’ecosistema naturale delle Alpi Apuane attraverso le attività di pulizia delle discariche di pietra abbandonate e gli interventi di ripristino paesaggistico; Partnership sostenibili: con pubbliche amministrazioni, enti locali e i migliori operatori della filiera; Persone: attraverso iniziative che mettano al centro la sicurezza dei collaboratori e degli operatori in cava e il perseguimento del benessere dei collaboratori; Comunità: sia attraverso la creazione di posti di lavoro e l’impiego di risorse umane del territorio, sia con il sostegno alle amministrazioni locali e associazioni no-profit per iniziative per il territorio e la qualità di vita delle persone.

“Fare impresa significa contribuire a creare la qualità del futuro”

“Siamo particolarmente soddisfatti che anche Mi.Gra. abbia raggiunto questo importante traguardo aziendale”, ha commentato Fabio Sghedoni, vice presidente di Kerakoll Group. “Nel nostro Gruppo siamo da sempre convinti che fare impresa significhi contribuire a determinare la qualità del futuro delle persone e dell’ambiente circostante: con la trasformazione in società benefit, sia Kerakoll sia Mi.Gra. accelerano concretamente in questa direzione”.

“L’introduzione nello statuto societario di precisi impegni in materia di sostenibilità ambientale e sociale non fa altro che rafforzare la vocazione che il Comune, in accordo con il socio privato, da anni cerca di imprimere alla sua partecipata più importante. I risultati di questo impegno sono già evidenti nell’impatto positivo sul nostro territorio e sul nostro tessuto sociale, per il quale Mi.Gra. srl è ormai diventata un punto fermo di insostituibile valore. Questo passaggio responsabilizza ancora di più i vertici aziendali ed i soci verso obiettivi di grande rilievo per l’ambiente, il territorio e la comunità di Minucciano”, ha dichiarato Nicola Poli, sindaco di Minucciano. (redgs)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

12 aprile 2024

Iren investe 150 milioni a Scarlino per creare un polo dell’economia circolare (al posto dell’inceneritore)

Leggi tutto
Impresa

12 aprile 2024

Intesa Sanpaolo-Sace, 3 milioni per Yachtline Arredomare 1618

Leggi tutto
Impresa

12 aprile 2024

Col mondo in guerra l’impresa cerca forniture più vicine

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci