23 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

31 agosto 2023

Livorno, bando per elettrificare le banchine

L’avviso scritto dall’Autorità portuale vale 52,1 milioni di euro e prevede interventi per ridurre emissioni inquinanti e acustiche.

Finalmente anche le banchine del porto di Livorno saranno elettrificate. In questo modo, le navi all’ormeggio potranno alimentare la propria sosta allacciandosi alla fornitura elettrica. E’ stata pubblicata dall’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale la relativa gara per la progettazione definitiva e la realizzazione delle opere di cold ironing (collegamento a terra) nello scalo livornese. Il bando vale 52,1 milioni di euro e beneficia dei finanziamenti del fondo complementare al Pnrr. E’ il secondo intervento del genere, dopo quello per i porti di Piombino e Portoferraio con un valore di 20,4 milioni di euro.

Gurrieri: “Un appalto strategico per lo scalo livornese”

“Siamo soddisfatti di portare in gara un appalto strategico per il porto di Livorno – ha detto il presidente dell’AdSP, Luciano Guerrieri – e con la pubblicazione dei bandi a Livorno, Piombino e Portoferraio facciamo un ulteriore passo in avanti nel percorso di pianificazione strategica imperniato sullo sviluppo sostenibile dei porti di Sistema. Una volta realizzate le opere, riusciremo ad abbattere in modo significativo le emissioni inquinanti, riducendo anche l’inquinamento acustico”.

L’intervento, come spiegano all’Authority, prevede la realizzazione di una sottostazione all’interno dell’area Enel ex centrale Marzocco e due cabine di conversione a servizio rispettivamente dei traghetti e delle crociere: la prima da collocare all’interno degli attuali silos, la seconda da posizionare nell’area destinata al futuro terminal crociere in prossimità della Calata Alto Fondale.

I lavori dovranno durare 607 giorni

Per la parte di impianti a servizio delle navi portacontainer è prevista una cabina vicino al tratto terminale della Fi-Pi-Li. La restante parte degli impianti è composta da cavidotti e cavi tra sottostazione/cabine e cabine/prese di banchina, che saranno realizzati interrati e perciò non visibili. Le offerte dovranno essere presentate entro il 17 ottobre e, dopo l’aggiudicazione e la consegna, ci vorranno 75 giorni per la progettazione esecutiva e 607 giorni per i lavori. E’ stato inoltre previsto, per l’impresa realizzatrice, l’impegno alla manutenzione per 4 anni a decorrere dal collaudo. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Sviluppo

20 febbraio 2024

Terme di Chianciano: Invitalia c’è, la Regione si muove

Leggi tutto
Sviluppo

12 febbraio 2024

Viareggio, 3 milioni per interventi sostenibili al porto turistico

Leggi tutto
Sviluppo

08 febbraio 2024

Pisa, avviata la procedura per selezionare chi acquisirà il Complesso di S.Chiara

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci