20 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

27 febbraio 2024

In collaborazione con SpeeD
1 min read

Il cuore metalmeccanico di Firenze

Il nostro viaggio delle sezioni merceologiche e territoriali di Confindustria Firenze ci porta a conoscere la sezione metalmeccanica.

Fonderia

L’industria metalmeccanica fiorentina è un settore chiave per l’economia della città. Il 2023 è stato un anno a due velocità, con un primo semestre positivo e un secondo semestre in rallentamento. «I primi sei mesi dell’anno hanno visto una crescita della produzione, trainata da una forte domanda interna e da un export in ripresa – spiega Bruno Pecchioli, presidente della sezione metalmeccanica di Confindustria Firenze – la crescita della produzione si è arrestata nel secondo semestre, complice l’esaurimento degli incentivi fiscali per l’industria 4.0, le sfide per il futuro sono numerose, ma le opportunità per la crescita non mancano. L’innovazione tecnologica, l’internazionalizzazione e la formazione saranno fattori decisivi per il successo del settore nel futuro».

L’aumento delle materie prime impatta i margini di profitto

L’aumento del costo delle materie prime, come l’acciaio e l’alluminio, sta creando una pressione significativa sui margini di profitto delle aziende metalmeccaniche dell’area fiorentina. «Nel biennio 2022-2023 Il prezzo dell’acciaio e dell’alluminio è aumentato considerevolmente – spiega Pecchioli – anche i costi dell’energia, in particolare del gas naturale, sono aumentati in modo significativo. Questo ha un impatto diretto sui costi di produzione delle aziende metalmeccaniche, che utilizzano l’energia per alimentare i loro macchinari e forni. L’adozione di strategie di risposta adeguate, il sostegno da parte del governo e la collaborazione tra le aziende del settore possono contribuire a superare questo momento di difficoltà e a preservare la competitività del comparto».  

Bruno Pecchioli, presidente sezione metalmeccanica di Confindustria Firenze

La formazione fattore chiave

La formazione dei lavoratori nel settore metalmeccanico è un investimento fondamentale per il successo a lungo termine delle aziende. Fornire ai dipendenti le competenze e le conoscenze necessarie non solo migliora la produttività e la sicurezza sul lavoro, ma promuove anche lo sviluppo professionale e la fidelizzazione dei dipendenti. In un ambiente industriale in continua evoluzione, la formazione continua è essenziale per mantenere un vantaggio competitivo e affrontare con successo le sfide del futuro. «La nostra sezione ha partecipato alla fondazione del primo Istituto Tecnologico Superiore in Toscana  – conclude Pecchioli – nel 2024 gli iscritti sono 200, nel 2025 saranno 300. Si tratta di una cifra dieci volte superiore alla media nazionale».

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Top Aziende

16 aprile 2024

Cento anni di sicurezza: il Corpo Vigili Giurati S.p.A. festeggia un traguardo storico

Leggi tutto
Top Aziende

10 aprile 2024

Villa Fiorita, l’eccellenza nella sanità

Leggi tutto
Top Aziende

28 febbraio 2024

I servizi innovativi di Confindustria Firenze

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci