1 marzo 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

14 dicembre 2023

Gioielli, borse, energie rinnovabili: Graziella Holding vara un piano industriale di crescita

Il gruppo aretino accelera sui tre settori di attività con forti investimenti. Focus sul brevetto dell’oro ‘Air’.

Silvia Pieraccini

la nuova collezione di gioielli in oro Graziella

Sotto l’ombrello di Graziella Holding, la famiglia Gori di Arezzo ha riunito il tradizionale business dei gioielli in oro (col marchio Graziella), quello più recente della pelletteria (col marchio Braccialini, acquisito nel 2017) e quello ormai consolidato delle energie rinnovabili (Graziella Green Power). Ora il gruppo vuole accelerare la crescita, come ha annunciato il patron Gianni Gori in occasione della convention annuale che ha riunito dipendenti e collaboratori, nella quale ha presentato il piano industriale 2023-2027 e gli obiettivi di crescita del prossimo quadriennio.

I gioielli fatti con l’oro più leggero al mondo

Sul fronte dei gioielli, lo sviluppo punterà sul nuovo brevetto ‘Air’, che ha richiesto un investimento di circa quattro milioni. “Col prezzo dell’oro che sta esplodendo (pochi giorni fa è arrivato al record di 2.100 dollari l’oncia, ndr) – spiega Gori – siamo riusciti a realizzare l’oro più leggero al mondo, che ha grande presenza e poco peso, meno della metà rispetto a quello tradizionale. E questo grazie a una tecnologia innovativa che permette di avere bassi micron e durezza dieci volte superiore, che resiste alla deformazione”. Le prime linee ‘Air’ sono già uscite sul mercato, altre saranno presentate in primavera alla fiera di Istanbul. Su questi prodotti Graziella spingerà la strategia commerciale dei prossimi anni, nella convinzione che, utilizzando otto grammi d’oro per un gioiello che prima ne conteneva 20, potrà acquisire competitività e mercato. “Nel mondo industriale l’innovazione tecnologica è fondamentale”, spiega Gori che chiuderà il 2023 con circa 100 milioni di fatturato dal comparto gioielli, per il 95% realizzato all’estero.

Oro e borse sempre più vicini

E’ un mondo, quello del gioiello, che il gruppo aretino vuole avvicinare sempre più alla pelletteria (e infatti li ha riuniti sotto la divisione Graziella Braccialini, guidata da Giacomo Gori), creando abbinamenti di borse-gioiello e vendendo, nei propri negozi monomarca Braccialini, anche fashion bijoux di lusso. “Abbiamo sette negozi Braccialini in Italia e altri in Russia, Corea, Francia, Maiorca, Dubai – spiega Gori – e vogliamo continuare la strategia retail, aprendo boutique di proprietà e in franchising nelle vie del lusso delle grandi città italiane e estere”. Nel 2023 Braccialini ha fatturato 12 milioni di euro, in larga parte in Italia.

Sulle rinnovabili una pioggia di investimenti

Infine le energie rinnovabili, che vedono una previsione di investimento di circa 250 milioni di euro in impianti fotovoltaici concentrati nel CentroNord Italia nei prossimi quattro anni, grazie a circa 50 milioni di equity, a cui si aggiungono 120 milioni di euro per due progetti di impianti geotermici a media entalpia (in attesa di autorizzazione da anni e anni), a ciclo combinato chiuso (senza emissioni), che avranno la tecnologia Baker Hughes. “Sui singoli progetti delle energie rinnovabili siamo aperti a partnership – conclude Gori – per il resto il gruppo resta in mano alla mia famiglia”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

29 febbraio 2024

Gkn: dietrofront di Qf sui licenziamenti, via a esodi incentivati

Leggi tutto
Impresa

29 febbraio 2024

Moda, Cna e Confartigianato chiedono un tavolo di crisi regionale

Leggi tutto
Industria

29 febbraio 2024

Fosber (macchine per cartone) investe 45 milioni in un nuovo stabilimento

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci