19 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

12 dicembre 2023

Filpucci anticipa la collezione (e non va a Pitti Filati)

L’azienda tessile della famiglia Gualtieri lancia una collezione senza-stagione basata sui filati fantasia naturali, che presenta a Parigi.

Silvia Pieraccini

Cambia il clima, si riduce la stagionalità delle collezioni, si affermano i filati naturali e si modificano anche le strategie delle aziende. Filpucci, uno dei nomi storici del distretto di Prato di proprietà della famiglia Gualtieri (40 milioni di fatturato 2023), ha deciso un passo innovativo: presenterà la collezione di filati fantasia per la primavera-estate 2025 nel nuovo showroom di 100 metri quadrati aperto nel febbraio scorso nel centro di Parigi, e non più al salone Pitti Filati di Firenze (24-26 gennaio 2024), dove l’azienda era sempre stata presente (aveva saltato solo l’edizione di gennaio 2023 proprio per l’inaugurazione dello showroom parigino).

Il mercato ha bisogno di aziende più reattive e flessibili

Non solo. La presentazione della collezione sarà anticipata di oltre un mese, da oggi 12 dicembre fino al 14, per rispondere – spiega l’azienda in una nota – alle sollecitazioni del mercato “che ha bisogno di aziende più reattive e flessibili”. In particolare, secondo Filpucci “non esistono più le tempistiche tradizionali, che fino ad oggi hanno stabilito i confini fra le stagioni”. Per questo le proposte creative guardano soprattutto alla durabilità, con la prevalenza dei filati naturali interpretati anche in maniera insolita grazie alla ricerca. La durabilità, secondo l’azienda, è anche una scelta di responsabilità in un momento in cui gli impatti della sovrapproduzione sollevano domande scomode. In questo scenario nascono filati come ‘Foglia’, la prima ciniglia 100% seta. “Creare filati fantasia senza l’uso di fibre sintetiche richiede una grande conoscenza del processo produttivo”, afferma l’azienda.

“La scansione delle stagioni non ha più molto senso”

“Abbiamo clienti in tutto il mondo – spiega Federico Gualtieri, presidente di Filpucci – e la scansione delle stagioni della moda secondo noi non ha più molto senso. La scelta di presentare la collezione a dicembre va anche nella direzione di razionalizzare il nostro lavoro, con una serie di articoli che sono interessanti per ogni stagione e un nucleo di nuove proposte innovative che nascono dal lavoro del nostro ufficio creativo. Senza seguire i trend della moda o la stagionalità, seguendo la nostra visione di sostenibilità e investendo nella durata del prodotto”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

19 giugno 2024

La senese QuestIT utilizza l’IA e fa rivivere Dante

Leggi tutto
Sviluppo

18 giugno 2024

Bankitalia: “Per crescere servono imprese più grandi e più digital”

Leggi tutto
Industria

18 giugno 2024

Piombino, bonus-welfare per gli operai Jsw (e il 3 luglio si va a Roma)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci