20 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

31 ottobre 2022

Due sottosegretari toscani (più uno) nel nuovo governo

Silli (Noi Moderati) e La Pietra (FdI) a Esteri e Agricoltura. A Barachini, milanese originario di Pisa, la delega all’Editoria.

Giorgio Silli (a sinistra), Patrizio La Pietra (a destra)

Rimasta a bocca asciutta in fatto di ministri, la Toscana porta a casa due sottosegretari nel governo Meloni, entrambi provenienti dall’area centrale della regione. Giorgio Silli (Noi Moderati), pratese, è stato nominato sottosegretario agli esteri, mentre il pistoiese Patrizio La Pietra (Fratelli d’Italia) è stato nominato sottosegretario all’Agricoltura, Sovranità alimentare e forestale. Toscano di nascita e studi, ma ormai milanese d’adozione, è il nuovo sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, il forzista Alberto Barachini.

Silli e La Pietra, dal collegio di Prato all’incarico romano

Silli, 45 anni, dopo le prime esperienze nel mondo dell’industria tessile, lavorando anche nell’azienda di famiglia, e la laurea in Scienze politiche e relazioni internazionali, approda alla politica nel 2009 nel Pdl e diviene assessore alle politiche comunitarie e all’immigrazione del Comune di Prato, nella giunta di Roberto Cenni. Passato a Forza Italia, viene eletto alla Camera nel 2018 nel collegio uninominale di Prato, ed è componente prima della commissione Interni, poi della commissione Difesa. Non viene rieletto nel 2022, poiché Noi Moderati rimane ben sotto la soglia del 3%.

La Pietra invece, nell’ultima tornata elettorale, è stato rieletto al Senato nel collegio uninominale 3 che comprendeva Prato, Pistoia, Lucca e Massa, superando di 15 punti la sfidante di centrosinistra Anna Graziani. Professione geometra, nato 61 anni fa a Pistoia, La Pietra ha aderito ad Alleanza Nazionale sin dai tempi della svolta di Fiuggi (1995), è stato consigliere comunale a Serravalle Pistoiese dal 2007 al 2012 e consigliere provinciale a Pistoia dal 2009 al 2014, anno in cui è diventato coordinatore provinciale di FdI. E’ stato eletto per la prima volta al Senato nel 2018, nel collegio uninominale di Prato.

Un milanese di Pisa: ecco Barachini per l’editoria

Come detto, c’è un altro uomo nato in Toscana fra i sottosegretari del nuovo governo, ed è toscano anche per formazione: Alberto Barachini, nato a Pisa 50 anni fa, ed eletto per la seconda volta di fila al Senato nel plurinominale in Lombardia. Barachini infatti si è trasferito a Milano una volta terminati gli studi all’Università di Pisa, con la laurea in Lettere moderne. Giornalista professionista, ha mosso i primi passi della professione proprio in Toscana, collaborando con Il Tirreno e 50 Canale, per poi passare a Mediaset dal 1999 lavorando prima al Tg4 e poi a TgCom24. Per tutta la scorsa legislatura è stato presidente della Commissione parlamentare di vigilanza Rai.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

19 giugno 2024

Alluvione in Toscana, dal 1 luglio i contributi per le imprese

Leggi tutto
Territorio

17 giugno 2024

Ballottaggio a Firenze, l’incognita del mare sul duello Funaro-Schmidt

Leggi tutto
Territorio

17 giugno 2024

Architettura: ecco tutti i vincitori del Premio Toscana 2024

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci