8 dicembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

22 novembre 2022

Debuttano a Siena le residenze per la terza età

Sarà pronto nel maggio 2023 il primo condominio destinato ai senior attivi e indipendenti, con palestra, piscina, parcheggio e parco.

Silvia Pieraccini

Un rendering delle residenze Guild Living-Specht Group Italia

E’ considerato uno dei filoni più promettenti del real estate nei prossimi anni: le residenze per la terza età – cioè condomini moderni dotati di bar, ristoranti, area benessere, spazi comuni, palestra e piscina, oltre a servizi come quelli sanitari e di security – stanno per debuttare anche in Toscana, dopo aver già messo radici in varie parti del mondo. Sono pensati per chi è “senior” ma attivo e indipendente, e vuole vivere in un luogo bello e comodo, a contatto con altre persone.

Nell’ex-residence mai ultimato nascono 83 appartamenti

La prima realizzazione di questo tipo è in corso a Siena, in Strada di Malizia, non lontano dall’ospedale delle Scotte, in un edificio in via di ristrutturazione (era un ex residence mai ultimato) nel quale saranno ricavati 83 appartamenti (dai bilocali alla penthouse) dal design contemporaneo, bar-ristorante, wellness center, piscina riscaldata esterna, un parcheggio multipiano da 118 posti sovrastato da un ‘longevity hub’ di 300 metri quadrati che accoglierà startup, il tutto arricchito da un parco di tre ettari con edifici storici (una casa di caccia e una limonaia) che ospiteranno spazi di aggregazione. L’investitore è il fondo Infrastrutture per la crescita del gruppo Azimut, mentre la gestione sarà affidata a una joint venture tra due operatori internazionali specializzati nel ‘senior living’, Specht Group Italia e Guild Living, che si sono alleati proprio per conquistare il mercato tricolore.

Dieci aperture in Italia nei prossimi cinque anni

La residenza senese (gli appartamenti sono destinati all’affitto) sarà pronta nel maggio 2023. Le Guild Community – così si chiameranno gli edifici – saranno sviluppate poi nelle destinazioni italiane più attrattive: già programmato è lo sbarco a Torino nel dicembre 2023 e sul lago di Garda nel dicembre 2024. Il piano di sviluppo prevede 10 aperture nei prossimi cinque anni.

L’allenza tra Guild Living, che ha già fatto progetti di questo tipo in Australia, Nuova Zelanda, Asia e Inghilterra (e nel 2021 aveva presentato una proposta anche per Montecatini Terme) e Specht Group Italia guidata da Luca Landini, filiale della casa madre tedesca che in 30 anni ha gestito più di 100 progetti residenziali per anziani in Germania, punta a creare “soluzioni abitative qualificate e improntate al benessere psicofisico delle persone anziane attive e indipendenti”, affermano i promotori, con l’obiettivo di “migliorare la qualità di vita degli ospiti nel rispetto della loro indipendenza pur facilitandone la socializzazione”. L’offerta guarda naturalmente alla popolazione, sempre più longeva, e alle nuove dinamiche familiari, caratterizzate dalla mobilità dei giovani e dalla minore stanzialità dei meno giovani. E guarda agli stranieri che vogliono vivere il lifestyle italiano: Siena e la Toscana, da questo punto di vista, hanno le carte per attrarre.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

07 dicembre 2022

Gas, Estra Energie vince la seconda gara Cet da 45 milioni

Leggi tutto
Impresa

07 dicembre 2022

Carrara, il distretto del marmo cambia passo

Leggi tutto
Impresa

07 dicembre 2022

Welfare aziendale, le Pmi toscane brillano per sicurezza e inclusione

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci