19 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Sviluppo

08 gennaio 2024

Confindustria Toscana Sud, mini master sulla sostenibilità

La vice presidente Squarcialupi: “E’ uno strumento che aiuta le aziende a sviluppare la conoscenza della propria sostenibilità ambientale”.

Impianti solari

Confindustria Toscana Sud, insieme alle sue agenzie formative Assoservizi, organizza un Mini Master rivolto alle aziende che vogliono sviluppare le competenze necessarie per rendicontare i dati della sostenibilità, ai sensi della nuova direttiva europea CSRD “Corporate Sustainability Reporting Directive”. Non è la prima volta che si occupa di questo tema.

Obiettivo: formare chi possa implementare la Esg in azienda

Obiettivo del Mini Master, dal titolo “ESG: combinazioni per la sostenibilità”, è formare personale che sia in grado di implementare in azienda le logiche di sviluppo sostenibile. “Per sviluppo sostenibile si intende quella crescita in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la possibilità che le generazioni future riescano a soddisfare i propri, mantenendo in equilibrio la dimensione ambientale, sociale ed economica – dice Maria Cristina Squarcialupi, vice presidente Confindustria Toscana Sud con delega allo sviluppo sostenibile – Implementare in azienda logiche di sviluppo sostenibile significa, tra le altre cose, intraprendere il passaggio da un modello economico lineare ad un modello economico circolare, mantenendo più a lungo possibile il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse, riducendo al minimo qualsiasi forma di spreco e, così facendo, incidere sia sui costi di approvvigionamento delle materie prime sia sui costi legati ai consumi energetici. La sostenibilità però non è solo un concetto legato agli aspetti ambientali, bensì anche a quelli sociali ed economici. I fattori ESG (Environment, Social e Governance) giocano infatti un ruolo sempre più importante nell’accesso al credito e nel rapporto fra banche e imprese. Per le aziende si tratta di un percorso formativo in grado di aumentarne la competitività. Infatti integrare le informazioni non finanziare nel bilancio di impresa consente all’imprenditore sia di gestire gli impatti generati dal business aziendale sul capitale sociale, economico ed ambientale, sia di rispondere alle richieste provenienti dal mercato e dagli stakeholders”.

Corso destinato a dirigenti, manager, direttori e imprenditori

Il corso ha come destinatari dirigenti aziendali, manager, responsabili aziendali di funzioni specifiche (amministrazione, qualità, ambiente ed energia, logistica), direttori aziendali, direttori generali, imprenditori ed esperti di settore.

Coloro che usciranno dal percorso formativo, saranno in grado di fotografare il livello di sostenibilità attuale dell’azienda, di guidarla nel percorso di crescita grazie all’acquisizione di competenze giuridiche e tecniche, di filtrare correttamente le informazioni e i dati da fornire alle banche e agli stakeholders e infine di valorizzare la presenza dell’azienda nel mercato.

Il Mini Master, che avrà un massimo di 20 partecipanti, si svolgerà in modalità videoconferenza sincrona, ha una durata complessiva di 82 ore con partenza il 23 gennaio 2024 e termine il 18 aprile 2024. Per l’iscrizione è necessario accedere al seguente link. Possono accedere al corso anche le aziende non associate a Confindustria Toscana Sud, con una quota di iscrizione differenziata rispetto alle associate. (redgs)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Sviluppo

19 giugno 2024

Il fondo immobiliare inglese Setha pronto ad acquistare il Porto di Cecina

Leggi tutto
Sviluppo

18 giugno 2024

Bankitalia: “Per crescere servono imprese più grandi e più digital”

Leggi tutto
Sviluppo

10 giugno 2024

Ricercatori e imprese: prorogato il bando Faber

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci