14 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

26 febbraio 2024

Bioeconomia, accordo tra Environment Park e Consorzio Re-cord

La società torinese e quella fiorentina sviluppano le conoscenze industriali per la ricerca e la dimostrazione di processi nella bioeconomia.

Environment Park Torino (www.envipark.com) e Consorzio Re-Cord di Firenze (www.re-cord.org) hanno siglato un protocollo d’intesa per lo sviluppo e la condivisione delle rispettive conoscenze industriali e best practice per la ricerca applicata e della dimostrazione di processi nel campo della bioeconomia ed economia circolare. L’accordo è stato firmato dall’onorevole Giacomo Portas, presidente di Environment Park, e dal dott. Stefano Santarelli, ad di Re-cord.

Environment Park è il parco tecnologico di Torino, attivo da oltre 20 anni sull’Innovazione ambientale e punto di riferimento per pubbliche amministrazioni e imprese private per i loro percorsi di sostenibilità, ricerca e sviluppo ambientale ed economia circolare. Il Consorzio Re-cord è un ente di ricerca no-profit costituto per essere un punto di riferimento proprio nei temi della bioeconomia, economia circolare e biofuel. In questi anni ha sviluppato competenze ed esperienze nella ricerca, nel trasferimento tecnologico e nella costruzione di impianti pilota.

Quando l’unione fa la forza

Environment Park e Consorzio Record ritengono che la condivisione di competenze e know-how possa essere di grande aiuto per affrontare tempistiche e necessità che, in ambito di ricerca applicata nel campo della bioeconomia, richiedono una serie di competenze ed impianti pilota molto vasta. In base all’accordo raggiunto, Environment Park e Consorzio Record valuteranno possibili forme di cooperazione, oltre ad attività di assistenza reciproca attraverso la collaborazione in progetti di ricerca e sviluppo. L’obbiettivo finale è quello di fornire al settore industriale e pubblico una proposta integrata e completa che coinvolga le competenze e le strutture di entrambi i soggetti. Si viene così a creare un’offerta che, per vastità, competenze, hardware e possibilità è unica nel suo genere.

Le parti intendono condividere e testare soluzioni innovative, stabilendo gradualmente una piattaforma di cooperazione tra le due aziende. Il protocollo d’intesa definirà le linee guida di questa piattaforma, che vedrà la fornitura di servizi di consulenza reciproca, la partecipazione a progetti comuni.

La sperimentazione sarà valutata lungo tutto il 2024

Nel corso del 2024 inoltre Environment Park e Consorzio Record valuteranno congiuntamente la sperimentazione e lo sviluppo della partecipazione ad iniziative pubblico e private in settori industriali comuni, al fine di sfruttare le rispettive eccellenze. Collaboreranno anche allo sviluppo e commercializzazione di tecnologie, ricercando congiuntamente in attività di R&S anche attraverso la partecipazione ai bandi di Horizon Europe e bandi nell’ambito del PNRR.

Environment Park e Consorzio Record promuoveranno lo svolgimento di prove sperimentali e sviluppo di test bed e attività di sperimentazione di interesse congiunto nel quadro della transizione ecologica.

“L’accordo che Re-cord ha raggiunto con Environment Park consente alle due aziende di beneficiare della condivisione dei rispettivi know-how, con il grande vantaggio di poter accedere da un lato a soluzioni tecnologiche e organizzative di eccellenza e dall’altro crea un network di eccellenza a disposizione del sistema industriale e dei decisori pubblici a tutti i livelli” afferma Stefano Santarelli, amministratore delegato di Re-cord. “Tutto questo in un momento in cui la ricerca dei nostri settori di competenza è fondamentale per rendere effettiva ed efficace la transizione ecologica e le strategie sia per combattere i meccanismi del cambiamento climatico, sia per ridurne e mitigarne gli effetti sull’ambiente e sulla vita umana”.

“Le tematiche che, nell’ambito della transizione ecologica, fanno riferimento alla chimica verde sono da molti anni uno dei cardini dell’azione di Environment Parkricorda Giacomo Portas, presidente di Environment Park TorinoL’accordo con Re-Cord si inserisce nell’ambito del potenziamento dell’offerta di competenze e infrastrutture tecnologiche che il momento storico che stiamo vivendo richiede. Una sinergia che a livello nazionale metta a disposizione dei nostri stakeholders industriali e della ricerca impianti pilota e laboratori per la valorizzazione di matrici di origine bio, rappresenta un passo avanti importante nel percorso di transizione in cui tutti siamo impegnati.” (redgs)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

12 aprile 2024

Produzione industriale ancora in calo a fine 2023 per la Toscana

Leggi tutto
Territorio

12 aprile 2024

Museimpresa, apertura speciale dell’Archivio Bitossi a Montelupo Fiorentino

Leggi tutto
Territorio

11 aprile 2024

Sciopero, alta adesione alla protesta di Cgil e Uil

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci