27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

23 ottobre 2023

Bernabò Bocca eletto presidente di Fondazione Cr Firenze

La vice è Maria Oliva Scaramuzzi. L’istituzione filantropica investe ogni anno più di 38 milioni di euro in progetti propri e di terzi.

Silvia Pieraccini

Maria Oliva Scaramuzzi e Bernabò Bocca, vicepresidente e presidente di Fondazione Cr Firenze

La Fondazione Cr Firenze ha un nuovo presidente, eletto lunedì 23 ottobre dal consiglio di amministrazione, che resterà in carica per i prossimi quattro anni. E’ Bernabò Bocca, 60 anni, nato a Torino, titolare del gruppo alberghiero Sina Hotels e da 23 anni presidente nazionale di Federalberghi. Dal 2013 al 2018 è stato senatore di Forza Italia. Bocca prende il posto di Luigi Salvadori, arrivato alla scadenza del mandato. Al suo fianco avrà la vicepresidente Maria Oliva Scaramuzzi, 66 anni, imprenditrice nel settore dell’organizzazione eventi con l’azienda Scaramuzzi Team.

Un ‘tesoretto’ da 38 milioni di euro all’anno

L’elezione alla guida della più importante istituzione filantropica della città (ma opera anche nelle province di Grosseto e di Arezzo), in grado di investire ogni anno circa 38 milioni di euro in progetti propri e di terzi, a favore delle persone bisognose, della cultura, della ricerca e innovazione, del patrimonio artistico e ambientale, è stata sofferta. Alla fine Bocca l’ha spuntata sugli altri due pretendenti, Sandro Rogari e Francesco Rossi Ferrini, ottenendo sette voti a favore su dodici membri del cda.

I bisogni della comunità guideranno l’azione

“Sono veramente onorato della fiducia che il consiglio ha espresso nei miei confronti – è la prima dichiarazione di Bocca – sento forte la responsabilità di questo incarico in un momento storico carico di incertezze legate al contesto internazionale e ai conflitti in corso che non possono non influenzare anche gli equilibri socio-economici dei nostri territori”. Il faro che guiderà la Fondazione, secondo Bocca, continuerà a essere rappresentato dai “bisogni della nostra comunità”.

Gli auguri del presidente di Confindustria Firenze

Uno dei primi ad augurare “buon lavoro” a Bocca è stato il presidente di Confindustria Firenze, Maurizio Bigazzi: “Il ruolo sempre più strategico delle fondazioni di origine bancaria nello sviluppo sociale ed economico dei territori di riferimento chiamano il neo-presidente ad anni di intenso impegno, che sono convinto svolgerà con competenza, dedizione e quello spirito imprenditoriale che lo contraddistingue”. Bigazzi ha augurato “buon lavoro” anche a tutto il consiglio di amministrazione della Fondazione e alla vicepresidente Scaramuzzi “che, sono sicuro, svolgerà il suo ruolo con quell’entusiasmo e quella capacità che conosciamo” e ha mandato un ringraziamento “non rituale” al presidente uscente Luigi Salvadori.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

23 maggio 2024

Immobiliare: Engel&Völkers amplia sede a Firenze (ma il problema è trovare case da vendere)

Leggi tutto
Territorio

23 maggio 2024

Fabbrica Europa, Confindustria chiede ai candidati di sostenere l’industria

Leggi tutto
Territorio

22 maggio 2024

Alluvione 2023, la Regione riapre il bando in aiuto alle imprese colpite

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci