16 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

08 settembre 2023

B&C Speakers si espande negli Usa con Eminence

Acquisito il 100% dell’azienda, saranno rilevati anche asset in Cina. Operazione da 4,5 milioni di dollari complessivi.

Leonardo Testai

Un passo importante per la strategia di internazionalizzazione di B&C Speakers, che ha acquisito da Eminence Holding il 100% del capitale sociale di Eminence Speaker, azienda statunitense attiva nel settore della progettazione e realizzazione di altoparlanti ad uso professionale destinati al mercato degli strumenti musicali, dei sistemi di allarme e del car audio after market. L’azienda fiorentina, contestualmente, si è inoltre impegnata a rilevare parte significativa degli asset di Eminence Dongguan Enterprise, società con sede in Cina, tramite una newco.

“Una gamma più ampia di prodotti per i clienti”

Il corrispettivo per le due operazioni, si legge in una nota, è pari a 4,5 milioni di dollari. Nel 2022 Eminence Speaker, con un organico di 90 addetti, ha registrato ricavi pari a 11,9 milioni di dollari e un Ebitda di 481mila dollari; nello stesso esercizio Eminence Dongguang Enterprise ha registrato ricavi pari a 6,5 milioni di dollari, e un Ebitda di 1,1 milioni di dollari. B&C Speakers a sua volta viene da un 2022 molto brillante, con ricavi in crescita del 46% rispetto a prima del periodo pandemico, assai difficile per l’azienda a causa del blocco degli spettacoli dal vivo.

“Questa acquisizione consente al gruppo B&C di rafforzare la propria presenza internazionale – commenta Lorenzo Coppini, amministratore delegato di B&C Speakers – ha commentato: e offre anche l’opportunità di rilanciare e valorizzare un marchio americano iconico. Unendo le forze si possono sfruttare forti sinergie, come abbiamo riscontrato con l’acquisizione di Eighteen Sound nel 2018. Possiamo offrire ai nostri clienti una gamma più ampia di prodotti di livello mondiale e produrli dove ne hanno bisogno”.

Si apre la via per l’accorciamento delle filiere

Per B&C Speakers l’operazione porta in primo luogo la disponibilità di un marchio aggiuntivo, storicamente presente nel mercato dell’audio professionale con una forte presenza negli Stati Uniti, in modo particolare nel settore degli strumenti musicali in cui B&C è storicamente poco presente. Al contempo è previsto un rafforzamento del marchio Eminence a livello mondiale, attraverso azioni di marketing e lancio di nuovi prodotti.

C’è poi la disponibilità di impianti produttivi in aree geografiche dove B&C Speakers opera commercialmente da anni con successo e che, a detta dell’azienda di Bagno a Ripoli. possono offrire “interessanti opportunità di espansione, di efficientamento e di accorciamento delle filiere di approvvigionamento del Sud-est asiatico. La disponibilità di due nuovi impianti produttivi offrirà la possibilità di gestire il processo di reshoring che interessa soprattutto il manifatturiero nordamericano”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

14 giugno 2024

2023 tutto sommato positivo per Lucca e Massa Carrara mentre Pisa arranca

Leggi tutto
Impresa

13 giugno 2024

Amadori lascia la Toscana, chiude uno stabilimento da 200 addetti nel senese

Leggi tutto
Impresa

13 giugno 2024

Corertex approva il bilancio: “Pronti alle nuove sfide del tessile”

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci