24 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

03 maggio 2024

Il dividendo 2023 di Estra vale 17 milioni di euro

L’assemblea dei soci ha approvato il bilancio 2023 e ha dato il via libera alla cedola (in crescita). “Così sosteniamo le comunità”.

Un dividendo da 17 milioni di euro – 0,075 centesimi di euro ad azione – per i soci in base all’utile 2023, cifra in crescita rispetto agli 11 milioni del 2022: l’assemblea degli azionisti di Estra ha approvato la proposta di cedola avanzata dal Consiglio d’amministrazione, approvando il bilancio d’esercizio per l’anno passato. Questa la ripartizione: 6,715 milioni ad Alia Multiutility, gruppo nel quale Estra è consolidata da quasi un anno; 4,27 milioni sia a Coingas che a Intesa; 1,7 milioni ai soci marchigiani di Viva Energia.

“Diamo un contributo alla crescita della comunità”

“Con gli utili distribuiti a soci pubblici partecipati dalle amministrazioni comunali – ha commentato Francesco Macrì, presidente di Estra -, contribuiamo a sostenere le azioni e le iniziative dei Comuni in favore dei cittadini; siamo orgogliosi di poter fornire il nostro contributo fattivo per il miglioramento e la crescita delle comunità”. Macrì ha sottolineato che “Estra conferma il proprio forte impegno al fianco dei territori in cui opera, a sostegno dell’economia e del tessuto sociale nel suo insieme”.

Estra ha chiuso il 2023 con ricavi in diminuzione a 1,212 miliardi di euro (-31,8%), Ebitda a 142,9 milioni (+37%), Ebit di 69,6 milioni (+97%) e utile netto di 28,1 milioni (+99,3%). Il patrimonio netto di Estra al 31 dicembre 2023 ammonta a 437,7 milioni (in crescita rispetto ai 423,2 milioni del 31 dicembre 2022), mentre il gruppo ha chiuso l’esercizio 2023 con un indebitamento finanziario netto di 447,3 milioni di euro (+95,5 milioni di euro rispetto a fine 2022).

Avanti sulle energie rinnovabili, impulso per le Cer

Secondo il bilancio di sostenibilità 2023 dell’azienda, presentato in assemblea, nel corso dell’anno Estra ha distribuito agli stakeholder un valore economico pari a 1,14 miliardi di euro. Il 2023 si è caratterizzato per un “forte impulso” verso la nascita delle Comunità energetiche rinnovabili, con la creazione di tre Cer, e una produzione di elettricità da fonti rinnovabili arrivata a 33,8 milioni di kWh, in crescita del 5,2% sul 2022. A fine 2023 sono stati totalizzati 159.050 contratti luce ‘green’ attivi (+62,7% rispetto al 2022) per un consumo totale di energia proveniente integralmente da fonti rinnovabili e certificata con la Garanzia di Origine di oltre 435 milioni di kWh, in aumento del 75% rispetto allo scorso esercizio.

Nel 2023 l’attività di efficientamento energetico effettuata mediante la società Estra Clima ha visto un aumento di oltre il 139% rispetto al 2022 degli interventi di ristrutturazione e riqualificazione condominiale. Oltre 800 istituti e più di 40.000 studenti hanno partecipato al progetto Scuole Viaggianti per l’educazione alla sostenibilità. Nel 2023 Estra ha inoltre esteso lo smart working a tutte le categorie di lavoratori, con oltre 254mila ore lavorate in lavoro agile. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Vino: Villa Calcinaia festeggia 500 anni investendo su olivi e ospitalità

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Real-Time e Ats, il maggio di Sesa porta due acquisizioni

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci