27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

18 ottobre 2023

Augustus Hotel cresce e recluta (già) personale per la stagione 2024

Nel 2023 il fatturato toccherà il livello-record di 16,5 milioni di euro (+10%). Investimento al via in due nuove ville da affittare.

Silvia Pieraccini

L'Augustus Hotel di Forte dei Marmi

Per un albergo di lusso avere personale di qualità è fondamentale. Tanto più se quell’albergo – come nel caso dello storico 5 stelle Augustus Hotel & Resort di Forte dei Marmi, fino agli anni Sessanta buen retiro della famiglia Agnelli – ha in programma di espandersi, aggiungendo altre due ville da affittare (i lavori di costruzione cominciano in questi giorni) nel parco in riva al mare, per un investimento di 2,5-3 milioni di euro.

Due giornate per incontrare i candidati

E’ per questo che l’hotel, dal 1969 di proprietà della famiglia fiorentina Maschietto, ha anticipato di qualche mese il tradizionale periodo di reclutamento del personale stagionale, dedicando due giornate (martedì 17 e mercoledì 18 ottobre) agli incontri con i candidati interessati a lavorare nel gruppo il prossimo anno. Oltre all’Augustus Hotel & Resort, alle nove ville sparse nel parco e allo stabilimento balneare, l’offerta ricettiva della società Sear comprende anche l’hotel Hermitage a 4 stelle, situato a 800 metri dal mare. Nel 2023 gli addetti sono stati più di 200.

Obiettivo: far capire come lavora l’albergo

“Il recruiting day è importante soprattutto per far capire come lavoriamo – spiega l’amministratore delegato Giacomo Maschietto – quali contratti offriamo e che tipo di carriera si può fare nelle nostre strutture. Ci stiamo organizzando come una ‘vera’ azienda, abbiamo assunto un direttore delle risorse umane e vogliamo avere personale all’altezza dei ruoli da coprire”. Le figure più ricercate per la prossima stagione sono per il front office, il settore food & beverage, cameriere ai piani e manutentori.

Fatturato in crescita del 10% nel 2023

Il gruppo alberghiero, del resto, quest’anno è cresciuto, in controtendenza rispetto a quanto fatto da molte strutture della Versilia e di Forte dei Marmi, che hanno registrato cali di presenze soprattutto in luglio e agosto. Sear srl chiuderà il 2023 con 16,5 milioni di fatturato, in crescita del 10% rispetto al 2022 “che era stato il nostro anno record”, spiega Maschietto definendolo “un anno straordinario”. Merito della diversificazione dei clienti che il gruppo alberghiero è riuscito a realizzare: forte presenza di americani (13%), buon ritorno dei russi (13%) anche se non ai livelli storici, e poi tedeschi (10%), inglesi (8%), svizzeri (6%), arabi (5%). Gli italiani sono stati il 26% e hanno tenuto rispetto all’anno scorso.

Ben venga l’arrivo al Forte di catene alberghiere di lusso

Lo sbarco annunciato a Forte dei Marmi di catene alberghiere del lusso (a partire da Baglioni Hotels) non preoccupa Maschietto, anzi: “L’arrivo di grandi brand dell’hotellerie servirà a rafforzare ancora di più la destinazione Forte dei Marmi – spiega – e a prolungare la stagione turistica. Quest’anno è stato fatto un piccolo passo avanti, con diverse attività commerciali che sono rimaste aperte fino a ottobre, ma per destagionalizzare davvero occorre che in inverno il territorio esprima iniziative che attraggono. La direzione è imboccata, speriamo”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 maggio 2024

Pelletteria: Sapaf compie 70 anni e cresce con i clienti di nicchia (e con l’AI)

Leggi tutto
Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci