27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

20 novembre 2023

Ance Toscana: la revisione del Pnrr mette a rischio 1.600 progetti e 920 milioni

Un report analizza, provincia per provincia, gli importi che potrebbero essere tagliati. Ecco i capitoli di spesa in pericolo.

Silvia Pieraccini

Quali interventi mette a rischio, in Toscana, la revisione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) proposta dal Governo alla Commissione europea il 7 agosto scorso, e ora in fase di negoziazione? L’analisi appena fatta dall’associazione dei costruttori Ance Toscana, in un report del centro studi, indica in Campania, Sicilia e Lombardia le regioni più penalizzate dalla revisione.

Gli interventi che potrebbero ‘saltare’

La Toscana vede a rischio definanziamento 1.595 interventi, per un totale di 920,5 milioni di euro, di cui 634 di fondi Pnrr (il resto sono cofinanziamenti). Larghissima parte dei progetti a rischio (più dell’86%, pari a 1.378 per un totale di 236 milioni di euro) fa parte della misura “resilienza, valorizzazione del territorio e efficienza energetica dei Comuni” ed è di importo contenuto: 825 interventi sono sotto i 100mila euro (e tra questi la maggior parte è addirittura sotto i 10mila euro); 521 sono tra 100mila euro e 1 milione; 32 progetti sono sopra 1 milione di euro.

Rigenerazione urbana e piani urbani integrati valgono di più

Il restante 14% degli interventi a rischio riguarda progetti di rigenerazione urbana per ridurre emarginazione e degrado sociale (199 opere, per un totale di 371,7 milioni) e piani urbani integrati (18 progetti per un totale di 312,4 milioni): in questi casi si tratta dunque di pochi progetti, ma di importi più alti. A differenza di quanto si era detto nei mesi scorsi, Ance Toscana non segnala il definanziamento di progetti relativi alla difesa del suolo e alle misure di mitigazione ambientale sui cambiamenti climatici.

Firenze la più penalizzata

Metà degli importi a rischio definanziamento sono situati nel territorio fiorentino (449,3 milioni di finanziamenti totali su 920,5), seguiti da Lucca (87 milioni), Arezzo (68,3 milioni) e Pisa (65,3 milioni).

Il Pnrr in Toscana

Secondo quanto affermato dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, il 26 ottobre scorso, le risorse assegnate alla Toscana col Pnrr e col Pnc (il Piano nazionale per gli investimenti complementari) al momento sono quasi 13 miliardi di euro (8,2 miliardi diretti e il resto cofinanziamenti, compresi gli interventi strategici nazionali su porti e ferrovie che hanno un impatto sulla regione), divisi su 12.208 progetti. Ma il conto è in divenire e potrebbe aumentare. A oggi l’85% dei lavori pubblici è partito e il 40% è già concluso. Sia Giani che i Comuni toscani, per bocca del presidente Anci Matteo Biffoni, stanno protestando da tempo contro i tagli annunciati, chiedendo che il Parlamento chiarisca al più presto la situazione.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

23 maggio 2024

Immobiliare: Engel&Völkers amplia sede a Firenze (ma il problema è trovare case da vendere)

Leggi tutto
Territorio

23 maggio 2024

Fabbrica Europa, Confindustria chiede ai candidati di sostenere l’industria

Leggi tutto
Territorio

22 maggio 2024

Alluvione 2023, la Regione riapre il bando in aiuto alle imprese colpite

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci