8 dicembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

17 ottobre 2022

Al via l’Academy dell’ospitalità (col prestito d’onore)

Partono le lezioni della scuola di alta formazione nata a Firenze e sostenuta da Fondazione Cr, Banco Fiorentino, Confindustria e Best Western.

Silvia Pieraccini

La presentazione della scuola Hospitality Innovation Academy

Debutta a Firenze l’Hospitality Innovation Academy (Hia), la scuola di management del settore ospitalità che in tre anni formerà figure adatte a dirigere un team in un albergo, nella gestione di case vacanza, in aereo o nave da crociera. Due anni si svolgeranno a Firenze, il terzo in Svizzera, a Montreux (grazie alla collaborazione con l’Hotel Institute Montreux), scegliendo tra la specializzazione in lusso, franchising, finanza, risorse umane e ospitalità (e ottenendo anche lo Swiss higher diploma).

Gli studenti si finanziano gli studi

La scuola – che parte con una decina di studenti provenienti da varie parti d’Italia – vanta anche un’altra innovazione: la possibilità di attivare un prestito d’onore per pagarsi gli studi (con tassi di interesse all’1%, preammortamento di quattro anni e restituzione in dieci anni, grazie all’accordo con la Bcc Banco Fiorentino), possibilità colta da gran parte degli studenti. “E’ uno strumento per responsabilizzare i giovani – spiega Giancarlo Carniani, uno dei fondatori della scuola, inaugurata oggi alla presenza della vicesindaca del Comune di Firenze, Alessia Bettini – che così investono su loro stessi e si finanziano gli studi senza accorgersene, visto che cominceranno a pagare quando già saranno inseriti nel mondo del lavoro”.

Borse di studio e materie digitali

L’obiettivo della scuola è far fronte alla carenza di figure di middle-management, che oggi si trovano difficilmente sul mercato proprio per la mancanza di formazione adeguata. Hia è stata sostenuta dal Comune di Firenze e finanziata attraverso borse di studio da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Banco Fiorentino, Confindustria Firenze, Best Western Italia con la collaborazione di partner tecnici.

Oltre alle materie indispensabili nel settore ospitalità come le lingue straniere, il marketing turistico e la finanza, grande attenzione sarà rivolta a tutte le materie digitali, alle nuove tecnologie ma anche all’eco-sostenibilità e al design passando per tecniche di leadership e pianificazione strategica. Le lezioni, grazie a un accordo con la Scuola di Scienze aziendali e tecnologie industriali, si terranno nella sede di quella scuola.

“Hospitality Innovation Academy nasce a Firenze – dicono i fondatori – perché è promotrice di quella filosofia di accoglienza turistica professionale, capace di attrarre turismo di qualità, di cui le strutture ricettive di alto e altissimo livello della città sono già ambasciatrici nel mondo”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Scuola

28 novembre 2022

La sostenibilità della filiera alimentare diventa materia di studio universitario

Leggi tutto
Scuola

31 ottobre 2022

A Pisa l’orientamento comincia alle medie

Leggi tutto
Scuola

06 ottobre 2022

Riccardo Zucchi nuovo rettore dell’Università di Pisa

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci