28 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

17 maggio 2022

Akeron assume e punta a triplicare il fatturato

La software house lucchese vuole passare da 130 a 300 dipendenti: obiettivo ricavi per oltre 30 milioni di euro.

Raddoppiare (e oltre) il proprio organico, passando dai 130 dipendenti attuali ai 300 nel 2026, e a triplicare il proprio fatturato, portandolo a oltre 30 milioni di euro tra quattro anni: è il piano di crescita di Akeron, azienda lucchese specializzata in soluzioni software aziendali, che annuncia ora l’apertura delle prime 50 posizioni per assumere sviluppatori, consulenti e figure a supporto della crescita del business, come marketing, sales, enablement.

Spazio anche ai giovanissimi, tirocini per studenti

In particolare sono aperte posizioni per sales account executive full stack developer, consulente applicativo, database architect e admin. Spazio anche ai giovanissimi con la possibilità di svolgere stage o tirocini retribuiti per gli studenti delle facoltà di Ingegneria, Informatica, Informatica Umanistica, Statistica ed Economia.

“Cerchiamo giovani entusiasti che abbiano voglia di mettersi in gioco, che sentano l’esigenza di conoscere e, in un certo senso, di migliorare ciò che li circonda”, affermano Marco Pierallini e Manuel Vellutini, co-Ceo di Akeron. “Accanto alla professionalità – sottolineano – alla forte preparazione e all’eccellenza tecnologica, Akeron nasce infatti per accompagnare i giovani nel loro percorso di crescita e per creare a Lucca un distretto del software di altissima specializzazione, mettendo a disposizione di coloro che lavorano qui un ambiente stimolante, internazionale, in continua crescita. Il tutto con l’opportunità reale, per chi lavora nella sede di Lucca, di vivere e formarsi in un contesto che garantisce un ottimo bilanciamento tra stile di vita e lavoro. Questa è la nostra visione, questi sono i nostri valori e le nostre linee-guida: questa è la nostra forza”.

White Bridge Investments per crescere ancora

Per sostenere la crescita del fatturato Vellutini e Pierallini, già insieme nella software house Tagetik acquistata nel 2017 per 300 milioni di euro dalla multinazionale olandese Wolters Kluwer, a febbraio 2022 hanno annunciato la fusione di Akeron con un’altra azienda di settore (Nubess), e hanno aperto il suo capitale a White Bridge Investments, holding di partecipazioni focalizzata in investimenti in società italiane ad alto potenziale di crescita. Akeron oggi conta oltre 400 clienti fra cui Intesa Sanpaolo, Decathlon, Bolton Group, Prada e Cressi Sub.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Sviluppo

10 agosto 2022

I minibond UniCredit-Cdp per due aziende vitivinicole toscane

Leggi tutto
Impresa

01 agosto 2022

Salov cresce in sostenibilità

Leggi tutto
Impresa

29 luglio 2022

Lamipel, due milioni per diventare “sostenibile”

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci