27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Industria

27 febbraio 2023

Rosignano, nel parco industriale obiettivo ‘Zero incidenti’

Firmato da 35 aziende guidate da Solvay un Patto sulla sicurezza che impegna a diffondere cultura e formazione.

Silvia Pieraccini

Lo stabilimento Ineos nel parco industriale di Rosignano, che produce polietilene ad alta densità (HDPE) sotto forma di polveri (fluff) e granuli (pellets).

Le sei aziende situate nel parco industriale di Rosignano (Livorno) – prima di tutte il gruppo chimico Solvay che produce carbonato di sodio, ma anche Ineos, Ineos Inovyn, Engie, Officina 2000 e Siad – e quelle che fanno parte dell’indotto (29 in tutto) hanno firmato un nuovo protocollo sulla sicurezza che punta a “condividere il cammino virtuoso tracciato negli anni scorsi – afferma un comunicato – nell’ottica di proseguire un percorso di trasformazione, per rendere il sito di Rosignano un’eccellenza riconosciuta nel nostro territorio”.

L’impegno sulla sicurezza coinvolge 35 aziende

L’obiettivo a cui puntano le 35 aziende è ‘zero incidenti’. Per far questo il protocollo – chiamato ‘Patto della sicurezza Insieme 2.0’ – impegna alla creazione di una cultura della sicurezza condivisa con tutte le figure professionali, a una formazione e comunicazione costante e alla condivisione delle esperienze e valorizzazione dei comportamenti virtuosi.

Strategico è segnalare situazioni pericolose

Già un anno fa, nel febbraio 2022, Solvay aveva firmato un patto della sicurezza, sostenuto da azioni concrete, obiettivi e risultati misurabili, con una decina di aziende che lavorano quotidianamento nello stabilimento di Rosignano, nella miniera di Ponteginori e nella cava di San Carlo. Ora l’impegno si allarga ad altre aziende (quelle dell’indotto sono Acli Labor, Atc Impianti, Bettarini, Cogemar, cooperativa Etruria nord, Crosa, Falegnameria artigiana, Fornai, Franchi, Guglielmi, Icet, Idromacchine, Il Giglio, K.t. Automation, La nuova Euromeccanica, Logiros, Mercitalia, Piccini Gru, Ram Energy, Rubberplast, Sait, Simic, Sms Operationt, Sodexo, Tec Service, Toscana Eco Fanghi, Termisol Termica, Termoimpianti, Valmec) con l’obiettivo di arrivare appunto a zero incidenti. “Un obiettivo ambizioso ma raggiungibile – afferma Nicolas Dugenetay, direttore di Solvay Rosignano – se sapremo mettere in atto una dinamica virtuosa rivolta a promuovere e valorizzare la cultura della segnalazione degli accadimenti e delle situazioni pericolose”.

Per rendere comprensibili i messaggi si userà il visual management, cioè immagini semplici e chiare facili da intuire.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Industria

17 maggio 2024

La Regione apre il Tavolo moda e scrive a Urso, le imprese aspettano misure

Leggi tutto
Industria

16 maggio 2024

El.En. rallenta ancora, obiettivi 2024 più difficili da raggiungere

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci