19 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

20 dicembre 2022

Porto di Livorno, tutti assolti per il caso-banchine del 2019

Operatori ed ex vertici dell’Autorità accusati di abuso d’ufficio e falsità ideologica: per il Tribunale, il fatto non sussiste.

Tutti assolti gli esponenti dell’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale, rinviati a giudizio nel febbraio 2020 dal gup del Tribunale di Livorno per concorso in abuso d’ufficio e falsità ideologica. Questa la decisione del Tribunale, per cui “il fatto non sussiste”. Al centro dell’inchiesta della Procura, che aveva visto i primi indagati a inizio 2019, la reiterazione della concessione temporanea di alcuni accosti del porto di Livorno a imprese portuali che svolgevano funzioni di carico e scarico merci in virtù di contratti con Grimaldi Group.

I nove imputati del processo, a vario titolo, erano Stefano Corsini, ex presidente dell’Autorità portuale, insieme all’ex segretario generale Massimo Provinciali, e all’ex dirigente dell’area Demanio Matteo Paroli. Gli operatori privati rinviati a giudizio erano invece Costantino Baldissara, manager di Grimaldi Group; i due cugini omonimi Corrado Neri, e Federico Baudone di Sintermar; Massimiliano Ercoli di Seatrag; Luca Becce, amministratore delegato di Terminal Darsena Toscana. Corsini e Provinciali nel marzo 2019 avevano subito anche l’interdizione per un anno dai pubblici uffici.

“Siamo profondamente soddisfatti – afferma l’avvocato Fabio Viglione, difensore di Stefano Corsini – perché è stata affermata dal Tribunale l’assoluta correttezza del presidente Stefano Corsini, che ha sempre creduto nell’accertamento della verità nelle aule di giustizia, e ha agito sempre e solo a tutela dell’interesse pubblico. La formula ‘perché il fatto non sussiste’ è la risposta più fedele di quanto provato nel dibattimento”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

18 aprile 2024

Elezioni fiorentine, Del Re corre da sola, Funaro rivela le sue cinque priorità

Leggi tutto
Territorio

18 aprile 2024

Lucia Aleotti (Menarini) diventa vicepresidente di Confindustria

Leggi tutto
Territorio

17 aprile 2024

Firenze, elezioni al calor bianco: divisi su tutto ma nessuno parla di economia

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci