19 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

27 luglio 2023

Piaggio, fatturato aumentato dell’11,3% a metà 2023

Semestrale d’oro per l’azienda di Pontedera. L’ad Colaninno: “I dati migliori di sempre”.

“I dati migliori di sempre”. Così Roberto Colaninno, presidente e ad del gruppo Piaggio, commenta i risultati della storica azienda di Pontedera nel primo semestre del 2023, dopo un 2022 anch’esso molto brillante. Piaggio ha archiviato il settimo trimestre consecutivo in crescita. Al 30 giugno il fatturato è aumentato di oltre l’11%, superando il miliardo di euro, il margine operativo lordo si è attestato a 191,2 milioni, con un’incidenza sui ricavi del 16,3%, e l’utile netto ha raggiunto il risultato più alto di sempre nel semestre, portandosi a 64,8 milioni di euro.

In virtù di tali risultati, è stato deliberato un acconto sul dividendo ordinario di 12,5 centesimi di euro per azione (nel 2022 erano 8,5 centesimi). “Per la restante parte dell’anno – ha affermato Colaninno – applicheremo in tutti gli stabilimenti il management productivity system che ci ha permesso di conseguire una più alta marginalità senza un aumento sostanziale dei prezzi. Continueremo a portare avanti gli investimenti previsti nei nostri piani strategici sulla mobilità elettrica e sulle tematiche della governance sociale e ambientale”.

I numeri nel dettaglio

I ricavi consolidati di Piaggio nei primi sei mesi del 2023 sono stati pari a 1.172 milioni di euro con un aumento dell’11,3%, il margine lordo industriale è di 332,6 milioni di euro, in crescita del 20,1% e del 28,4% in rapporto al fatturato (26,3% al 30 giugno 2022). Il margine operativo lordo è pari a 191,2 milioni di euro, ovvero il valore più alto registrato nel periodo, in progresso del 25,6% (152,2 milioni di euro al 30 giugno 2022), il rapporto tra il margine operativo lordo e il fatturato dell’azienda è del 16,3% (era del 14,5% nel giugno 2022). Il risultato operativo (Ebit) arriva a 117,6 milioni di euro con una crescita del 37,1%, l’Ebit margin è del 10%. Il risultato ante imposte è positivo per 98,2 milioni di euro, +34,7%, l’utile netto è di 64,8 milioni di euro, il miglior risultato di sempre raggiunto nel semestre, in crescita del 43,4% rispetto all’anno precedente.

La posizione finanziaria netta (Pfn) è pari a a -384,4 milioni di euro, in miglioramento di13 milioni di euro rispetto al 2022. Rispetto alla Pfn registrata il 31 dicembre 2022 (-368,2 milioni di euro) si ha un incremento che secondo l’azienda è “riconducibile alla stagionalità del business delle due ruote che, come noto, assorbe risorse nella prima parte dell’anno e ne genera nella seconda”. Nel mondo sono stati venduti 324.600 veicoli con una crescita dell’1,2% sull’anno precedente. Sono stati effettuati investimenti per 65,8 milioni di euro.

Le aree più vivaci per le due ruote

L’incremento ha riguardato in particolare le aree geografiche Emea, ovvero Europa, medio Oriente e Africa, le Americhe (+13,7%) e l’India (+20%), mentre l’area Asia Pacific ha registrato un fatturato sostanzialmente stabile. Le spese operative sostenute dal Gruppo sono risultate pari a 215 milioni di euro (191,3 milioni di euro al 30 giugno 2022). L’incremento è correlato all’aumento del fatturato e dei veicoli venduti.

Al 30 giugno 2023 Piaggio ha venduto nel mondo 267.400 veicoli a due ruote (-1,5% rispetto ai 271.600 veicoli venduti nel primo semestre 2022), ma il differente mix dei prodotti ha permesso di raggiungere un fatturato netto in aumento del 9,2%, attestandosi a 956,1 milioni di euro (875,8 milioni di euro al 30 giugno 2022). Il dato include anche ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato pari a 84,2 milioni di euro (+14% rispetto a 73,9 milioni al 30 giugno 2022).

Incremento di fatturato per gli scooter

Nel settore moto si segnala la forte performance di Moto Guzzi che ha registrato ricavi in crescita di circa il 30%spinti anche dalla nuova Moto Guzzi V100 Mandello, mentre in casa Aprilia le vendite nel primo semestre sono state sostenute in particolare della supersportiva RSV4, dell’Aprilia RS 660, Tuono 660 e 1100, e della Tuareg 600, che ha ottenuto anche importanti risultati nelle competizioni dedicate al mondo rally.

Il settore scooter ha visto un incremento del fatturato del 12,2% a livello globale, spinto in particolar modo dagli scooter a ruota alta Piaggio Beverly, Medley e Liberty, dal tre ruote Piaggio MP3, che hanno registrato un incremento complessivo dei ricavi di quasi il 50% e dal brand Vespa, che ha registrato un incremento di oltre il 10%.

Veicoli commerciali, aumento di oltre il 16%

Nel settore dei veicoli commerciali nel primo semestre 2023 il gruppo Piaggio ha venduto 57.100 unità, in aumento del 16,6% (49.000 al 30 giugno 2022), consuntivando un fatturato netto pari a 215,9 milioni di euro, in crescita del 21,8% (177,3 milioni di euro al 30 giugno 2022). Il dato include ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato di 30,8 milioni di euro (+11,8% rispetto ai 27,5 milioni di euro nel primo semestre 2022).

A livello geografico, il mercato indiano ha ripreso forza, registrando un fatturato dei veicoli commerciali in crescita del 34,7% e volumi in aumento del 20%. L’area Emea & Americas nel complesso ha registrato un fatturato in crescita del 2%. Per quanto riguarda Piaggio Fast Forward (Pff), la società del gruppo Piaggio con sede a Boston incentrata sulla robotica e mobilità del futuro, continua le vendite del drone terrestre Gita e del nuovo robot Gitamini. La Società ha allo studio nuovi prodotti per ampliare la propria offerta. Gita e Gitamini vengono prodotti nello stabilimento di Piaggio Fast Forward situato nel quartiere Charlestown, a Boston. La commercializzazione dei robot prevede una prima fase dedicata al mercato statunitense, dove la circolazione di robot per le strade cittadine è già disciplinata.

Le previsioni per il futuro

Nonostante il permanere delle criticità che riguardano le tensioni geopolitiche, Piaggio conferma di continuare a perseguire obiettivi in linea con il primo semestre. Grazie ai miglioramenti di produttività, secondo il gruppo di Pontedera, verrà compensato il temporaneo rallentamento dell’area asiatica, dove si consolida un tasso di crescita del 23% negli ultimi cinque anni. I mercati di India, Europa e Stati Uniti si confermano positivi nonostante l’incremento dei tassi di interesse degli ultimi 12 mesi. Sono quindi confermati gli investimenti previsti da Piaggio in nuovi prodotti nel settore delle due ruote e in quello dei veicoli commerciali, e il consolidamento del proprio impegno sulle tematiche di governance ambientale e sociale.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

18 aprile 2024

Baker Hughes apre a Massa il nuovo Apuane Learning Center

Leggi tutto
Industria

16 aprile 2024

PharmaNutra, nel 2023 crescono i ricavi (+21,1%) e anche l’utile (+2,7%)

Leggi tutto
Industria

15 aprile 2024

Contratto Piaggio-Mimit, progetto E-Mobility da 112 milioni a Pontedera

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci