25 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

07 agosto 2023

Permare mette radici in Toscana: nuovo cantiere da 10 milioni a Pisa

Finanziamento Unicredit-Sace da 2,3 milioni al gruppo ligure della nautica per comprare il terreno nell’area del canale dei Navicelli.

Leonardo Testai

Lo yacht Amer Steel 41 costruito dal gruppo Permare

Un’operazione da circa 10 milioni di euro per realizzare un sito produttivo a Pisa, nell’area del canale dei Navicelli: nel giro di due anni il gruppo nautico Permare realizzerà il suo primo cantiere in Toscana, dove già produceva presso terzi – a Viareggio e Pisa – le sue imbarcazioni. UniCredit ha accordato al gruppo ligure un finanziamento da 2,3 milioni di euro della durata di otto anni, assistito dalla garanzia SupportItalia di Sace, per l’acquisto del terreno dove sorgerà il nuovo stabilimento: un’area da 15.500 mq accanto ai cantieri navali Seven Stars. Sempre nell’area dei Navicelli, il nuovo insediamento di Sanlorenzo dovrebbe essere operativo nella primavera del 2024.

Nuovi ordini per i superyachts in acciaio e alluminio

“Per noi Liguria e Toscana costituiscono un unico grande distretto nautico, dalle carpenterie alle vetrerie”, spiega Barbara Amerio, amministratrice delegata di Permare, ed esponente della seconda generazione della famiglia che 50 anni fa, nel 1973, ha fondato il gruppo, attivo sia nella realizazione di imbarcazioni in vetroresina, composito e metallo col proprio brand Amer Yachts, sia nel refit. “Abbiamo iniziato in Liguria – ricorda – poi dagli anni ’90 abbiamo individuato in Toscana un’area di crescita, costruendo imbarcazioni a Viareggio e a Pisa. E proprio a Pisa, vista la continuità delle commesse, abbiamo deciso di costruire un sito produttivo tutto nostro”.

Nel cantiere dei Navicelli, oltre all’attività di manutenzione, saranno costruiti i nuovi superyacht in acciaio e alluminio della divisione Amer Steel. “Abbiamo già in costruzione un 70 metri e un 41 metri, e stanno arrivando altri ordini”, spiega Amerio, che dopo aver chiuso l’esercizio 2022 a quota 30 miliardi di euro di fatturato e 3,5 milioni di utile – in forte crescita rispetto ai 13,3 milioni di fatturato e ai 500mila euro di utile 2021 – vede una prospettiva di stabilità: “Rispetto a un fatturato biennale di 25 milioni che avevamo prima – sottolinea -, fino al 2027 passeremo a 50 milioni per biennio”.

Da Unicredit (e Sace) un finanziamento green

Il nuovo cantiere Permare di Pisa è stato progettato con le più innovative soluzioni di sostenibilità ambientale: per questo motivo UniCredit ha concesso un finanziamento ‘Futuro sostenibile’, strumento della gamma di prodotti dedicati alle imprese che si impegnano a migliorare il proprio profilo di sostenibilità, con un beneficio sul tasso iniziale correlato a due parametri, ossia l’implementazione di azioni per la riduzione delle emissioni di CO2 e la redazione del report di sostenibilità.

“Con questo intervento noi di Sace ci confermiamo solido partner di un’eccellenza della cantieristica navale della Liguria come il gruppo Permare”, dichiara Maria Luisa Miccolis, Director Sales Pmi di Sace, secondo cui “questa operazione rientra nel percorso tracciato dal nostro Piano industriale Insieme2025, attraverso il quale puntiamo a sostenere ancora di più e meglio la competitività delle Pmi, su cui si fonda il tessuto imprenditoriale italiano”.

Autore:

Leonardo Testai

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

23 febbraio 2024

Lucca-Pistoia-Prato, l’industria chiude il 2023 a -2,1%

Leggi tutto
Industria

07 febbraio 2024

Nel 2023 Tisg cresce ancora a due cifre, 7 navi al varo nel 2024

Leggi tutto
Industria

06 febbraio 2024

In Toscana l’idrogeno aspetta le rinnovabili (per decollare)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci