24 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

05 aprile 2024

Pelletteria: Tivoli Group acquisisce piccolo fornitore storico

Dopo aver chiuso il 2023 con 54,5 milioni di euro di fatturato, il gruppo di Calenzano compra Dsr Firenze e 20 addetti.

Silvia Pieraccini

Stefano Giacomelli, amministratore delegato di Tivoli Group

E’ l’ora del rafforzamento (e accorciamento) delle filiere nel distretto fiorentino della pelletteria di lusso, interessato da una frenata degli ordini che fa tremare le piccole e piccolissime aziende terziste e offre opportunità di sviluppo a quelle più strutturate. E’ il caso di Tivoli Group, gruppo di Calenzano che fa capo alla holding inglese Greenwill della famiglia Babhout, guidato dall’amministratore delegato Stefano Giacomelli, che produce borse per grandi marchi internazionali.

Acquisita Dsr Firenze e 20 addetti

Tivoli Group ha chiuso il 2023 con 54,5 milioni di euro di fatturato (+9%) e ora ha acquisito il ramo industriale di Dsr Firenze, suo storico fornitore di Scandicci. Dsr, fondata nel 2013 da Riccardo Rossi, ha 20 addetti e produce portafogli, portachiavi e altra piccola pelletteria con un fatturato di circa 1 milione di euro. Tivoli Group ha concluso l’operazione attraverso la propria controllata Tivoli Manufacturing che si occupa del taglio della pelle, in cui è confluito il ramo industriale di Dsr Firenze.

Obiettivo: controllare direttamente la capacità produttiva

L’operazione – spiega Tivoli – si inserisce nella strategia di sviluppo di lungo termine del gruppo, che punta a rafforzare l’offerta di servizi, garantendo ai clienti più qualità, efficienza produttiva e controllo diretto dei processi. Negli ultimi anni, caratterizzati da maggiore complessità di mercato e produttiva, il gruppo si è rafforzato sia sotto il profilo organizzativo che tecnico e ha allargato il portafoglio clienti.

“Questa acquisizione ci permette di valorizzare la consolidata collaborazione con Dsr Firenze – afferma Giacomelli – e di rafforzare il controllo diretto della capacità produttiva, garantendo sempre lo stesso livello di qualità. In uno scenario generale caratterizzato da un rallentamento congiunturale molto forte, continuiamo a investire incrementando il peso della filiera controllata. Vogliamo farci trovare pronti per la risalita dei volumi”.

Rafforzato l’impegno sulla sostenibilità

Per rafforzare l’impegno sulla sostenibilità nei prossimi mesi Tivoli Group completerà il sistema di gestione chimica secondo gli standard di Zdhc (Zero Discharge of Hazardous Chemicals), con l’obiettivo di eliminare dai processi e dai prodotti le sostanze chimiche tossiche e dannose per la salute umana e l’ambiente.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Vino: Villa Calcinaia festeggia 500 anni investendo su olivi e ospitalità

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Real-Time e Ats, il maggio di Sesa porta due acquisizioni

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci