25 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

26 luglio 2022

Marmo, Bnl finanzia le aziende della filiera Franchi Umberto

Accordo tra la banca e l’azienda quotata del distretto di Carrara per supportare le Pmi che hanno competenze e potenzialità.

Silvia Pieraccini

Tags

Anche l’industria del marmo arriva alla conclusione che, ormai da molti anni, altri settori (a partire dalla moda) hanno fatto propria: una filiera produttiva sana, efficiente, competitiva serve a far crescere il territorio e serve ai grandi operatori che stanno sul mercato, e che a quella filiera fatta di piccole e medie aziende, spesso iper-specializzate, attingono per crescere.

Nasce da qui l’accordo stretto tra Franchi Umberto Marmi (Fum), unica azienda quotata del distretto lapideo di Carrara e una delle più prestigiose, e Bnl-Bnp Paribas: insieme individueranno le imprese della filiera che hanno competenze produttive e manageriali e potenzialità, e la banca le supporterà con finanziamenti a condizioni agevolate. Il supporto della banca non si limiterà a fornire servizi finanziari ma prevede specifici prodotti per accompagnare le imprese nei processi di efficientamento energetico.

Le banche fanno a gara per sostenere i terzisti eccellenti

L’iniziativa rientra nel “Programma sviluppo eccellenze del made in Italy” di Bnl-Bnp Paribas che, in linea con quanto avviato da altre banche (in particolare Intesa Sanpaolo, che per prima ha finanziato le filiere, e poi Unicredit), sta guardando ai produttori che assicurano ai “capofiliera” creatività e saper fare unici.

“Da sempre siamo al fianco della filiera del marmo di cui siamo parte integrante – afferma Alberto Franchi, amministratore delegato di Franchi Umberto Marmi – e con cui siamo cresciuti e quotidianamente affrontiamo le sfide locali e globali. L’accordo con Bnl Bnp Paribas ci permette di dotare le imprese del territorio di strumenti finanziari che renderanno l’intero comparto più competitivo e flessibile”.

“Con questo esempio – aggiunge Chiara de Gasperi, direttore CentroNord di Bnl Bnp Paribas – siamo convinti di valorizzare ancor di più un distretto con una notorietà mondiale per l’esclusività e l’unicità delle sue produzioni”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Articoli Correlati


Banche

09 febbraio 2024

Con i conti in ordine Banca Mps torna ad assumere: 300 entro il 2024

Leggi tutto
Banche

07 febbraio 2024

Mps torna al dividendo dopo 13 anni con l’utile 2023 da 2 miliardi

Leggi tutto
Banche

06 febbraio 2024

Banco di Lucca e del Tirreno, utile in crescita nel 2023 (+20,5%)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci