18 agosto 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

30 giugno 2022

Lucart, meno emissioni e più pannelli fotovoltaici

Il gruppo cartario lucchese presenta il 17esimo Rapporto di sostenibilità. Investimento da 7 milioni in un impianto di plastica riciclata.

Il gruppo cartario Lucart (548 milioni di fatturato 2021, +6,5%), specializzato nella produzione di carta igienica, tovaglioli e carte monolucide, fa un altro passo sulla strada “green”, strada condensata ormai da 17 anni nel Rapporto di sostenibilità che nell’edizione 2021, presentata oggi 30 giugno a Lucca, è stato per la prima volta certificato da un ente terzo (PricewaterhouseCoopers).

Risparmio di energia e acqua, recuperato l’80% dei rifiuti

L’aumento vertiginoso dei prezzi delle materie prime e dell’energia ha spinto l’azienda lucchese della famiglia Pasquini ad accelerare sull’efficienza produttiva e energetica e sull’autoproduzione: i consumi specifici di energia si sono ridotti del 13,2% (rispetto al 2014) ed è stato avviato a recupero l’80% dei rifiuti prodotti. I consumi idrici specifici sono calati del 23,3% (rispetto al 2013). E’ stato raggiunto con quattro anni di anticipo l’obiettivo di utilizzare solo imballaggi riciclabili e/o compostabili. E ancora: le emissioni specifiche di Co2 sono state ridotte del del 14,9% (dal 2014) e le emissioni di Nox del 47%.

Cogeneratore e pannelli sul tetto

Nel corso del 2021 è stato avviato un impianto di cogenerazione ad alto rendimento nello stabilimento di Porcari, simile a quello già installato nel 2020 a Borgo a Mozzano, che produce energia elettrica e termica, riduce le emissioni in atmosfera e può essere alimentato – in prospettiva – da idrogeno e biogas. E nel settembre prossimo andrà a regime un grande impianto fotovoltaico da 3 Mw di potenza, realizzato in partnership con Enel X nello stabilimento di Borgo a Mozzano, che servirà da modello per gli altri impianti produttivi.

I cartoni per bevande Tetrapak riciclati in pallet in plastica

Sempre nel 2021 è stato perfezionato il progetto Natural, partito più di 10 anni fa e oggi modello di economia circolare in Europa, con l’installazione nello stabilimento di Borgo a Mozzano di un impianto per la granulazione del residuo (composto da plastica e alluminio) derivante dal processo di riciclo dei cartoni per bevande tipo Tetrapak. Il passo successivo sarà l’investimento da sette milioni di euro in un impianto di stampaggio di materie plastiche riciclate, operativo entro gennaio 2023, che sarà realizzato dalla joint venture Newpal formata da Lucart e Cpr System per produrre pallet di alta qualità in plastica riciclata.

Alcuni progetti di Lucart sono stati selezionati tra i GreenHeroes, ideati dall’attore Alessandro Gassman con Annalisa Corrado per dimostrare com’è possibile creare valore e lavoro prendendosi cura del territorio in cui si vive.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

12 agosto 2022

Ferragamo sbarca sull’e-commerce di Farfetch, obiettivo giovani

Leggi tutto
Industria

10 agosto 2022

Dieci milioni per il distretto tessile di Prato, c’è il decreto

Leggi tutto
Impresa

10 agosto 2022

Cdp-Credit Agricole-Sace, 33,5 milioni per Aboca

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci