1 marzo 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

27 dicembre 2023

Lavoro e salute, rinnovato l’accordo tra Regione e Confindustria Toscana

La collaborazione, avviata nel 2016, prevede un programma di promozione della salute nei luoghi di lavoro, aperto a grandi, medie e piccole imprese.

Un operaio a lavoro

Sulla salute di chi lavora non si scherza. Anche per questo Regione e Confindustria Toscana hanno rinnovato la collaborazione, già avviata nel 2016, per diffondere assieme il programma di promozione della salute nei luoghi di lavoro, aperto a grandi, medie e piccole imprese. Prevenzione ed adozione di stili di vita salutari sono i capisaldi.

Incontri su prevenzione, screening e piani vaccinali

Grazie alla collaborazione tra Confindustria Toscana e gli uffici regionali e del personale sanitario delle Asl saranno organizzati incontri e percorsi informativi a tema sulla corretta alimentazione e sui benefici dell’attività fisica, sul contrasto al fumo e al consumo dannoso di alcol e di altre sostanze, sull’importanza di effettuare screening oncologici o di aderire ai piani vaccinali. Si parlerà anche di sicurezza stradale e dei tanti aspetti pratici e psicologici legati al benessere e alla conciliazione vita-lavoro nonché alla tutela di ambiente e risorse: le sinergie sono il presupposto per intraprendere con efficacia le azioni previste dal programma. A lavoro una persona passa molto del suo tempo ed educare nei luoghi di lavori diventa quindi strategico.
Il programma fa parte del piano regionale della prevenzione 2020-2025 e le imprese intenzionate ad aderirvi possono rivolgersi ai referenti della Asl di riferimento, che li aiuteranno ad individuare il percorso di promozione alla salute più idoneo tra quelli proposti.

Giani: “E’ una collaborazione importante”

“Con Confindustria Toscana si rinnova un’importante collaborazione – commenta il presidente della Toscana, Eugenio Giani – Un ambiente di lavoro salutare è sicuramente un ambiente in cui i fattori di rischio sono sotto controllo e ridotti al minimo, ma è anche una situazione in cui si promuovono comportamenti e stili di vita salutari”. “Questo accordo – aggiunge l’assessore al diritto alla salute, Simone Bezzini – rafforza l’impegno nella costruzione e la diffusione di una cultura collettiva del benessere e della prevenzione con importanti benefici, prima di tutto, sulle persone e di riflesso sul sistema sanitario”. “Far comprendere alle persone l’importanza di prendersi cura di sé – concludono i due – e di adottare stili di vita salutari è una delle sfide culturali del presente: accordi come questi ci permettono di moltiplicare gli effetti positivi dell’informazione e coinvolgere il più ampio pubblico possibile”.

Bigazzi: “Salute e sicurezza sono al centro della crescita delle nostre imprese”

“I temi della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro sono da sempre al centro delle strategie di crescita delle nostre imprese – sottolinea il presidente di Confindustria Toscana Maurizio Bigazzi -. Con il rinnovo di questo accordo, proseguiamo e rafforziamo la collaborazione per promuovere la salute e i corretti stili di vita all’interno dei luoghi di lavoro, con una sinergia importante sulla prevenzione tra imprese e sistema sanitario regionale. Il valore e il rispetto verso i collaboratori è al primo posto per le imprese della nostra regione; e con il rinnovo di questa collaborazione torniamo, ancora una volta, a riaffermare la bontà del lavoro svolto negli anni passati”. (redgs)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

01 marzo 2024

Acciaierie di Piombino, siglata anche l’intesa con Jsw

Leggi tutto
Impresa

01 marzo 2024

Nuova cantina per il Brunello di Poggio Antico, la belga Atlas investe 25 milioni

Leggi tutto
Impresa

29 febbraio 2024

Gkn: dietrofront di Qf sui licenziamenti, via a esodi incentivati

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci