31 gennaio 2023

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

14 dicembre 2022

La chimica toscana riduce l’impatto sull’ambiente (e riprende a investire)

Nel 2021 le 21 principali aziende del settore hanno aumentato i ricavi del 50% ma diminuito i rifiuti prodotti. Investimenti per 90 milioni.

Silvia Pieraccini

Immagine Freepik

Il 2021 è stato un anno di recupero dei livelli di produzione pre-pandemia per le aziende chimiche toscane, ma è stato anche un anno in cui il settore ha fatto un altro passo avanti in direzione della sostenibilità ambientale e sociale. Lo dimostra l’analisi sui bilanci di 21 aziende del comparto – da Nuova Solmine a Solvay, da Venator alla raffineria Eni di Livorno, dal Gruppo Biokimica a Neri Depositi Costieri fino a Laviosa Chimica Mineraria – realizzata da Confindustria Toscana e presentata oggi, 14 dicembre, all’Innovation Center di piazza del Cestello a Firenze. Si tratta delle principali aziende del settore, che nel complesso l’anno scorso hanno fatturato 3,09 miliardi di euro (+50% sul 2020) e occupato 4.533 persone tra dipendenti (2.443, per il 92% a tempo indeterminato), collaboratori e somministrati (97) e personale di imprese terze (1.993). I nuovi assunti sono stati 340 (+57% rispetto al 2020).

Gli investimenti crescono del 12% superando i 90 milioni

Il “Bilancio di sostenibilità 2021 del comparto chimico toscano”, come è stato chiamato il documento, indica un costo del lavoro (per i lavoratori diretti) di 175 milioni (+5,9%); un esborso per tasse e imposte pagate alle Pubbliche amministrazioni di 29 milioni (-12% rispetto al 2020); una spesa per approvvigionamenti di materie prime, beni e servizi che sfiora i 2,5 miliardi di euro (+27%) e che risente dei forti aumenti dei prezzi.

La ripresa dell’attività chimica è andata di pari passo agli investimenti aziendali che nel 2021 hanno ripreso a crescere superando i 90 milioni (+12% sul 2020), concentrati nei campi salute e sicurezza e economia circolare. Sul fronte ambientale le aziende chimiche hanno fatto passi importanti aumentando l’energia elettrica autoprodotta e consumata (616 milioni di Kwh, il 41% del fabbisogno energetico totale); diminuendo i rifiuti prodotti (-19%), in tutto circa 50mila tonnellate di cui il 77% non pericolosi e il 76% riciclato; mantenendo costante la quantità di acque riciclate (2,3 milioni di metri cubi). L’aumento dei costi energetici ha cominciato a farsi sentire, tanto che l’incidenza del costo dell’energia sul valore della produzione è passata dal 6,5% al 9,7%.

Salute, sicurezza e tutela dell’ambiente sono obiettivi prioritari

“Mai come in questo momento emerge come salute, sicurezza e tutela dell’ambiente siano obiettivi da salvaguardare – afferma Antonello De Lorenzo, portavoce del gruppo di lavoro sul Bilancio di sostenibilità 2021 – anche per confermare il valore sociale delle imprese come motori di sviluppo economico”.

Ben 10 aziende hanno raggiunto l’obiettivo «Zero infortuni», ma tutte le 21 imprese hanno continuato a investire in formazione (80mila le ore effettuate nel 2021, +9,3%, con una media per dipendente di 32 ore), dedicando i due terzi dei corsi alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ecco le 21 aziende che hanno contribuito al bilancio aggregato                

Le aziende chimiche toscane che hanno aderito al Bilancio 2021 del comparto sono Altair Chimica; Costiero Gas Livorno; Depositi Costieri del Tirreno; Eni spa Energy Evolution-Refining Evolution and Trasformation Raffineria di Livorno; Gruppo Biokimica (Biokimica, Bio-Finleather, Bio Company); Icap-Sira Chemicals and Polymers; Ineos Manufacturing Italia: Ip Valdarno International; Laviosa Chimica Mineraria; Neri Depositi Costieri; Nuova Solmine; Sol Gas Primari; Solvay Chimica Italia (sede di Rosignano); Solvay Chimica Italia (sede di Massa); Solvay Solutions Italia; Termisol Termica; Toscopetrol; Unigum; Venator Italy.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

30 gennaio 2023

Annual Meeting di Baker Hughes, Firenze capitale del gas (e dell’idrogeno)

Leggi tutto
Industria

26 gennaio 2023

Nel 2022 Piaggio ha sfondato quota 2 miliardi di ricavi

Leggi tutto
Industria

17 gennaio 2023

Whirlpool cede ai turchi il business Emea (con Siena)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci