20 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

25 luglio 2023

Il 25% delle imprese della Costa ridurrà il fatturato nel 2023

Un campione di aziende di Lucca, Massa Carrara e Pisa ha risposto per la prima volta alle domande di Isr. Il 44% prevede ricavi in crescita.

Silvia Pieraccini

Per la prima volta da quando è nata (giugno 2022) la Camera di commercio della Toscana nord-ovest, che riunisce le province di Lucca, Massa Carrara e Pisa, prova a interpellare un campione di aziende dell’area per capire andamento e prospettive. Il sondaggio, realizzato da Isr (l’Istituto di studi e ricerche della Camera) nel periodo 14-25 giugno, ha coinvolto 260 imprese delle tre province.

Aziende di Lucca, Massa Carrara e Pisa ottimiste sul 2023

Se il 2022 è stato un anno di ripresa generalizzata (solo due aziende su dieci hanno ridotto il fatturato), anche se tiepido sul fronte occupazionale (solo 2,3 imprese su dieci hanno aumentato gli addetti), il 2023 appare più difficile da interpretare. “Le attese per il 2023 restano orientate all’ottimismo”, afferma un comunicato della Camera di commercio indicando che il 44% delle aziende delle tre province prevede per quest’anno un fatturato in crescita, mentre il 25% (e dunque una su quattro) si attende una contrazione. I motivi sono legati sempre all’aumento dei costi di produzione, ma anche all’indebolimento della domanda e da possibili problemi di liquidità.

I timori vengono da aumento dei costi e domanda debole

“I dati emersi dal sondaggio ClimaImpresa 2023” – afferma il presidente della Camera di Commercio Toscana nord-ovest, Valter Tamburini – confermano il buon momento dell’economia delle province di Lucca, Massa-Carrara e Pisa anche per il 2023. Tuttavia non dobbiamo sottovalutare la preoccupazione espressa dalle imprese non solo per il continuo aumento dei costi ma anche per l’indebolimento della domanda. E’ quindi necessario  attivare tutte quelle iniziative che, pur all’interno di un quadro di finanza pubblica molto complesso, puntino a stimolare la domanda interna e a ridurre la pressione sul fronte dei costi”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

19 aprile 2024

Maniva investe nell’acqua Verna e aumenta la capacità produttiva del 30%

Leggi tutto
Impresa

19 aprile 2024

Pure Stagioni affitta ramo d’azienda di Ghiott Dolciaria e punta al rilancio del marchio

Leggi tutto
Industria

18 aprile 2024

Baker Hughes apre a Massa il nuovo Apuane Learning Center

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci