21 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

20 aprile 2023

Ferragamo arretra, -4% i ricavi del primo trimestre 2023

Rallenta il mercato Usa, e si attende ancora l’impatto dei prodotti disegnati dal nuovo direttore creativo Maximilian Davis.

Il mercato Usa ha rallentato, così come l’Asia Pacific, e i primi prodotti disegnati dal nuovo direttore creativo Maximilian Davis sono arrivati solo a febbraio: queste alcune delle chiavi di lettura del dato negativo dei ricavi della maison Salvatore Ferragamo nel primo trimestre 2023. I ricavi consolidati risultano infatti pari a 278 milioni di euro, in calo del 4% a cambi correnti e del 6,5% a cambi costanti rispetto al primo trimestre 2022.

Fra le aree geografiche da cui provengono i ricavi, buone notizie per Ferragamo solo dall’area Emea, con un aumento delle vendite nette del 24,7%, e dal Centro e Sud America (+5,4%). In flessione invece Asia Pacific (-13,6%), Giappone (-7,1%), Nord America (-19,8%). Il canale distributivo Retail ha registrato, al 31 marzo 2023, vendite nette in calo del 2,3%, mentre il Wholesale ha riportato un -13,9%. Il trend viene definito in progressivo miglioramento in Cina, con i clienti cinesi che hanno trainato la ripresa anche a Hong Kong.

“Confermiamo programmi e ambizioni”

“Da fine febbraio – spiega Marco Gobbetti, amministratore delegato e direttore generale – sono presenti nei nostri negozi i primi prodotti disegnati dal nostro direttore creativo, Maximilian Davis. Sebbene la nuova collezione rappresenti una parte ancora limitata dell’offerta, costituisce comunque un importante passo nell’attuazione della nostra strategia, tesa a creare una nuova proposta in sintonia con le aspirazioni dei clienti e siamo soddisfatti dei risultati iniziali. La percentuale limitata di nuovi prodotti non ha potuto generare un impatto significativo sulla performance di vendita e l’effetto delle nuove collezioni non sarà misurabile fino alla parte finale dell’anno”.

Gobbetti si dichiara soddisfatto “della notevole visibilità e dei riscontri delle nostre prime attività di marketing. L’incremento degli investimenti e del contributo dei nuovi prodotti diventerà nel corso dell’anno volano di crescita e di miglioramento dell’efficienza dei punti vendita. Proseguiremo nel piano di investimenti e nell’ottimizzazione ed elevazione del canale wholesale, per presentare al più presto e nel miglior contesto le nuove collezioni. Confermiamo i nostri programmi e le ambizioni di medio termine, consapevoli del lavoro che ci attende”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

20 giugno 2024

Sesa cresce (più del mercato) e nel 2024-25 rafforza il welfare aziendale

Leggi tutto
Industria

20 giugno 2024

Tregua su Amadori, un addio con garanzie (anche per gli avventizi)

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Unicredit supporta lo sviluppo sostenibile di Next Yacht Group

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci