19 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Industria

14 marzo 2023

Ecopol, 18 milioni da un pool di banche per lo sbarco in Usa

Nuovo finanziamento a fronte dell’aumento dei costi per la realizzazione (in corso) dello stabilimento in Georgia.

Altri 18 milioni di euro di finanziamento per realizzare lo stabilimento Ecopol nella contea di Spalding, in Georgia, primo passo dell’azienda di Chiesina Uzzanese negli Usa, dopo i 35 milioni già accordati un anno fa. Al pool di banche di un anno fa (Credit Agricole Italia, Banco Bpm e Intesa Sanpaolo) si è affiancata Unicredit, per sostenere l’internazionalizzazione di Ecopol, uno dei principali produttori a livello mondiale di pellicole innovative idrosolubili e biodegradabili, utilizzate prevalentemente nel settore dei detergenti domestici monodose: le popolari caps per lavatrice e lavastoviglie.

Il film idrosolubile viene esportato al 90% in Paesi europei, dove vengono confezionati i detersivi dei grandi gruppi mondiali. Ma le pellicole di Ecopol sono utilizzate anche nel packaging primario di prodotti per la cura della persona e cosmetica, produzione di pannelli e superfici solide in pietra, fibre rinforzanti per il cemento e stampa con transfer ad acqua.

Uno stabilimento in Georgia da 130 addetti

Il nuovo finanziamento si è reso necessario per completare lo stabilimento Usa di Ecopol, situato nel parco industriale ‘The Lakes at Green Valley’ nella città di Griffin, a fronte di un aumento dei costi per la realizzazione. Lo stabilimento, una volta terminato, impiegherà 130 addetti. Parte del finanziamento, inoltre, verrà utilizzato per realizzare un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica a Chiesina Uzzanese.

“La nostra realtà dimostra come attraverso l’innovazione sia possibile coniugare crescita, sostenibilità e occupazione”, ha dichiarato Mauro Carbone, amministratore delegato e azionista di maggioranza di Ecopol, partecipata dell’asset manager alternativo francese Tikehau Capital, attraverso il fondo Tikehau Growth Equity II, con una quota del 38%. “Vorrei esprimere la mia profonda gratitudine al pool di banche, a cui si aggiunge UniCredit – ha aggiunto -, per il continuo e fondamentale supporto alla crescita di Ecopol. Lo stabilimento di Griffin, Georgia, è una tappa fondamentale per noi perché ci consentirà di accelerare ulteriormente la penetrazione del mercato nordamericano”.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

17 maggio 2024

La Regione apre il Tavolo moda e scrive a Urso, le imprese aspettano misure

Leggi tutto
Industria

16 maggio 2024

El.En. rallenta ancora, obiettivi 2024 più difficili da raggiungere

Leggi tutto
Industria

15 maggio 2024

B&C Speakers, inizio 2024 in salita (ma gli ordini accelerano)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci