18 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

07 settembre 2023

Convention Bureau, l’addio di Federico Barraco. Entra Jacopo Vicini

Cambio della guardia nella struttura dedicata a turismo e congressi. Il nuovo presidente dovrà traghettarla verso una fondazione.

Federico Barraco è arrivato a fine mandato della presidenza di Destination Florence Convention & Visitors Bureau. Dopo mesi di si dice e di incertezze, è stato nominato al suo posto Jacopo Vicini insieme al nuovo consiglio di amministrazione. Obiettivo: traghettare la società verso la nascita di una Fondazione di partecipazione, formata da soci pubblici e privati.

Nomina all’unanimità. Obiettivo: una fondazione

La nomina di Vicini è stata presa oggi all’unanimità nel corso dell’assemblea dei soci, che si è svolta al Palazzo degli Affari e ha visto anche il rinnovo dei rappresentanti per le varie macroaree: per Firenze Fiera, Laura Innocenti (direttore commerciale del Gruppo Arshotels Firenze), che ha anche la carica di vicepresidente, ed Ilaria Da Frassini (responsabile Ufficio Congressi e Convegni di Firenze Fiera); per gli hotel, Antonio Remaschi (direttore Grand Hotel Baglioni / Gruppo Carattere Toscano Hotels & Resorts) e Fernando Pane (direttore Grand Hotel Sina Villa Medici); per i servizi Lisa Grotti (ad Tecnoconference – TC Group) e Guido Barocchi (Group ad Baspi Bus); per i tour operator Luca Perfetto (ad Towns of Italy); per PCO e DMC Francesca Manzani (head of Florence Office AIM Group); per i catering, Stefano Innocenti (presidente Gerist Ricevimenti).

Nato a Firenze nel 1986, laureato in Scienze Politiche, Vicini è membro dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco di Firenze. Dal 2009 a Palazzo Vecchio, si è sempre occupato di grandi eventi, coordinando, tra le altre, la candidatura di Firenze ai Mondiali di Ciclismo 2013 e alla Grand Depart del Tour de France 2024 e agli Europei 2032 di calcio, ancora in corso. Dovrà accompagnare Destination Florence Convention & Visitors Bureau verso la costituzione di una Fondazione di partecipazione, senza scopo di lucro, operante nel turismo e nei congressi. L’obiettivo di questa nuova realtà sarà infatti quello di attrarre e gestire il turismo di qualità, con particolare riferimento a quello congressuale e dell’intero settore Mice (Meetings, Incentive, Congress, Events), coinvolgendo soggetti pubblici e privati. 

“Oggi si apre una nuova fase per il Convention Bureau, nel segno del rilancio – commenta il sindaco di Firenze, Dario Nardella – Lo strumento che abbiamo scelto per realizzare la nostra mission è appunto il Convention Bureau, che il Comune è pronto a sostenere con risorse economiche importanti”.

“È un grande onore ricevere questo incarico, che affronterò con grande passione ed umiltà – afferma il nuovo presidente, Jacopo Vicini. – Convention Bureau è una realtà funzionale al governo della città, che ha sempre raggiunto risultati importanti. Oggi abbiamo una nuova sfida davanti, che ci porterà a compiere un importante salto di qualità. L’obiettivo è ambizioso, ma abbiamo la fortuna di poter contare su una base solida da cui partire”.

Chiuso un triennio in costante crescita nonostante la pandemia

Con il rinnovo del Consiglio di Amministrazione Destination Florence Convention & Visitors Bureau chiude un triennio in costante crescita, nonostante le difficoltà derivate dal blocco del turismo a seguito della pandemia. Nel periodo 2020-2022 sono stati 33 gli eventi e i congressi internazionali organizzati, frutto di candidature sviluppate e vinte da Firenze Convention Bureau, per la maggior parte in collaborazione con Firenze Fiera, che hanno generato ricadute per oltre 100 milioni di euro sul territorio. Il 2023 si preannuncia in crescita per questo segmento, con numerose candidature importanti vinte, per congressi in programma fino al 2028. A livello leisure il 2022 ha fatto registrare le migliori performance del triennio 2020 – 2022, relativamente alle presenze individuali nel periodo primavera/estate, migliorando perfino i dati del 2019. Sono state infatti 12 milioni quelle complessive registrate nelle strutture ricettive, con un incremento del 140% negli hotel e del 126% nelle strutture extra alberghiere, rispetto al 2021. Parte di queste prenotazioni alberghiere – per un totale di quasi 200mila euro – sono state intercettate dal sito Destination Florence, marketplace ufficiale della Città di Firenze: oltre 280mila gli utenti unici transitati sul portale in un anno. In crescita anche il comparto wedding: secondo i dati dell’Osservatorio Destination Weddings in Italy: la Toscana è la prima regione italiana per matrimoni di destinazione, con più di 2300 matrimoni stranieri celebrati nel 2022 (1000 in più rispetto all’anno precedente) per un volume di affari pari a 130milioni di euro. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

18 maggio 2024

Nautica boom: Sanlorenzo investe quasi 30 milioni a Viareggio e Massa (e assume 42 persone)

Leggi tutto
Industria

17 maggio 2024

La Regione apre il Tavolo moda e scrive a Urso, le imprese aspettano misure

Leggi tutto
Impresa

17 maggio 2024

Nuovo bando Cciaa Firenze per la digitalizzazione delle imprese

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci