20 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

08 giugno 2023

Sbocciano i vincitori di “Primavera di Impresa”

Due giorni di dibattiti (il 14 e 15 giugno) a Firenze per l’evento conclusivo del premio, arrivato quest’anno alla sesta edizione.

Si parlerà di imprenditorialità femminile, digitalizzazione, sostenibilità, finanziamenti e risorse per trasformare le idee in progetti. Protagonisti saranno esperti, imprenditori, istituzioni e le aziende del territorio. E’ il programma dell’evento finale di Primavera d’Impresa, premio all’innovazione e la creatività promosso dall’associazione di promozione culturale Coltiviamo Cultura, che si svolgerà il 14 e il 15 giugno, al palazzo dei congressi in piazza Adua a Firenze.

“Questa sesta edizione di Primavera D’Impresa ha come filo conduttore la contaminazione e la sinergia tra realtà pubbliche e private, tra aziende consolidate e start up, con lo sguardo rivolto agli Obiettivi ecologici di Agenda 2030 e 2050 ed al supporto alla crescita delle aziende con circuiti bancari ed extrabancari” spiega Sara Stefanini, presidentessa di Coltiviamo Cultura.

I protagonisti dell’evento

Il programma dell’evento conclusivo si aprirà il 14 giugno (ore 10.30) con la prima Agorà di discussione: “Imprenditrici protagoniste del proprio futuro”: il panel specifico vedrà confrontarsi e scambiarsi idee ed esperienze di Laura Gori, socia fondatrice e componente Consiglio direttivo Assobenefit oltre che fondatrice e ceo di Way2Global; Cristina Manetti, capo di Gabinetto della Presidenza della Regione Toscana e ideatrice del progetto regionale “Toscana delle donne”; Alberto Giovanni Aleotti, azionista e membro del Board Menarini; Antonella Mansi, vicepresidente Pitti Immagine; Regina Schrecker, stilista; Chiara Tilesi, regista, produttrice e fondatrice di We Do It Together; Monica Turini, presidente regionale Toscana Cna Impresa Donna; Daniela Vianelli, presidente Coop Itinera; Stefania Caparrini, presidente Le Antiche Mura. A moderare il dibattito sarà il direttore editoriale di Stradenuove, Luca Telese.

Nel pomeriggio (ore 14) si discuterà invece di “Defiscalizzazione, bandi con finanza agevolata, digitalizzazione, trasformazione delle imprese: parliamo di progetti ed opportunità” con Alessandro Marras, assessore Economia, attività produttive, politiche del credito e turismo della Regione Toscana; Francesca Alicata, head of external relations di Simest; Osvaldo Maria Baione, general manager e socio di Calibra-T; Enrico Fantini, presidente Conflavoro Toscana; Monica Franco, fondatrice e vicepresidente Assoretipmi; Gabriele Gori, direttore generale Fondazione CR Firenze; Nico Gronchi, presidente Confesercenti Toscana. Seguirà (ore 15.30) la terza Agorà della giornata “Caccia alla liquidità a sostegno delle piccole e medie aziende” con Alessandro Bassi, area manager Centro Italia Opyn; Pierluigi Benemerito, ceo Prepay Investimenti;  Fernando Cruz, collaboratore Aura Intermedia Srl agenzia Banca Progetto; Michele Falvella, senior business developer Finanza.tech; Mauro Manca, direzione commerciale PerMicro; Gerardo Murano, private Capital Specialist di Calibra-T; Marco Leolini, specialist Task Force Corporate Azimut.

Alla mattina (10,30 – 13) e al pomeriggio (14-17) ci saranno due sessioni di incontri B2B, tra aziende, pubbliche amministrazioni, partner, patrocinanti, associazioni di categoria, enti universitari e centri di ricerca per confrontarsi su realtà diverse e sviluppo business con appuntamenti prestabiliti sulla piattaforma di networking messa a disposizione dallo storico partner dell’evento: cooperativa CRISIS di Pisa. Gli stessi B2B continueranno anche la mattina del 15 giugno fino alle 13.

Ricco il programma della seconda giornata

Il 15 giugno si aprirà con due dibattiti: “Le opportunità dei Fondi Europei e del trasferimento tecnologico: supporto a nuove sfide di crescita delle imprese e dei territori” (ore 9.30), che prevede la partecipazione di Albino Caporale, direttore Attività Produttive della Regione Toscana; Massimo Guasconi, presidente Unioncamere Toscana; Lorenzo Petretto, presidente Fidi Toscana; Roberto Pini, presidente Area di Ricerca Territoriale Cnr di Firenze; Livio Schmid, responsabile Istituzioni Finanziarie Cassa Depositi e Prestiti; Paolo Ernesto Tedeschi, direttore Competitività Territoriale della Toscana e Autorità di Gestione della Regione Toscana. A seguire la seconda Agorà: “Riutilizzare, manutenere, digitalizzare e decarbonizzare: innovazioni e tecnologie per un futuro sostenibile” (ore 11.30) in cui interverranno invece Eleonora Annunziata, professoressa associata della Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna; Nicola D’Elia, business/strategic advisor e socio di Calibra-T; Maurizio De Lucia, professore ordinario al Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Firenze; Mario Puccioni, ceo e founder Binoocle Institute; Serena Sgarioto, Innovation manager Ecopneus; Alessandro Solazzo, ufficio tecnico del Comune di Larciano; Daniela Vianelli, presidente Coop Itinera.

Nel pomeriggio (ore 14.00), il tema sarà “Player bancari ed extra-bancari: come giocare la partita delle sfide del domani per trasformare le idee in realtà”: ne discuteranno Alessandro Bassi, area manager Centro Italia Opyn; Vincenzo Paolo Carbonara, responsabile Finanza Alternativa Cassa Depositi e Prestiti; Fernando Cruz, collaboratore Aura Intermedia Srl agenzia Banca Progetto; Antonio Fasanella, cmo Prepay Investimenti; Mauro Manca, direzione commerciale PerMicro; Daniele Salvadori, amministratore delegato Banca Popolare di Lajatico; Betty Savino, senior Financial Analyst Finanza.tech.

Alle 15.30 ci sarà l’Agorà conclusiva con la premiazione delle prime tre aziende che si sono distinte per grado di innovazione, creatività, impatto sul territorio e sostenibilità.

Operative sulla piattaforma più di 200 imprese

La rete di Primavera D’Impresa conta oltre 700 aziende di cui operative sulla piattaforma circa 250, come ha spiegato la presidentessa di Coltiviamo Cultura Sara Stefanini, nel corso della nostra live di lunedì 5 giugno.

Le candidature al premio si sono chiuse il 6 giugno, hanno visto la presenza di aziende da tutte le provincie toscane con varie aziende anche fuori del territorio regionale. Il totale delle candidature rappresenta una bella presenza imprenditoriale fatta di piccole e medie aziende che con oltre 520 milioni di fatturato ed una forza lavoro complessiva di oltre 5000 addetti che raccontano quella voglia di fare, innovarsi e crescere al di là delle difficoltà degli ultimi anni che ben si addice alla frase scelta per l’evento di quest’anno.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

19 aprile 2024

Maniva investe nell’acqua Verna e aumenta la capacità produttiva del 30%

Leggi tutto
Impresa

19 aprile 2024

Pure Stagioni affitta ramo d’azienda di Ghiott Dolciaria e punta al rilancio del marchio

Leggi tutto
Industria

18 aprile 2024

Baker Hughes apre a Massa il nuovo Apuane Learning Center

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci