27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Uncategorized

30 marzo 2023

“Per Firenze il turismo d’alta gamma è strategico”

Il presidente del Destination Florence Convention & Visitors Bureau Federico Barraco spiega il contributo che porta alla città.

di Federico Barraco, presidente di Destination Florence Convention & Visitors Bureau

In Italia il luxury tourism genera il 25% della spesa turistica totale. I turisti di fascia alta spendono in Italia circa 25 miliardi di euro: 7 miliardi per l’alloggio, 2 per la ristorazione e 14 miliardi di euro per le visite, per i tour, per lo shopping (Istat-Enit, 2022). Tutti settori in cui Firenze è leader assoluta.

Nel segmento luxury la città del David è la meta preferita

Firenze si conferma meta d’elezione per il turismo d’alta gamma. Secondo le stime del Comune di Firenze dei quasi 2,3 milioni di arrivi registrati dalle strutture alberghiere fiorentine nel 2022, il 67% sono ricaduti su categorie a 4 o 5 stelle (1,550 milioni), mentre erano il 60% nel 2019.

Lo abbiamo toccato con mano in questi giorni, in occasione di DUCO la manifestazione di settore che porta a Firenze figure strategiche del luxury travel da cinque anni, il lusso rappresenta un segmento strategico per tutta l’area metropolitana. Oggi le strutture alberghiere 4 e 5 stelle costituiscono circa il 33% delle strutture della Città Metropolitana e il 58% dei posti letto. Nel primo semestre del 2022 le presenze turistiche degli hotel a 4 e 5 stelle hanno rappresentato il 65% dell’intero settore alberghiero dell’area metropolitana. Da anni Destination Florence Convention & Visitors Bureau collabora con il Comune di Firenze e con le strutture alberghiere del territorio per offrire il suo contributo, attraverso attività come la promozione di un turismo ‘lento’, fatto di cammini ed esperienze selezionate. Abbiamo partecipato attivamente a DUCO sin dalla sua prima edizione e grazie alla collaborazione tra noi, il Comune di Firenze e la Regione Toscana attraverso Toscana Promozione, siamo orgogliosi di essere riusciti a portare in città ben 5 edizioni di DUCO, rispetto alle 3 previste inizialmente.

Tendenza positiva confermata dalle presenze in crescita

Per il 2023 il turismo d’alta gamma conferma la tendenza positiva, in quanto l’assenza dei mercati russo e asiatico è in parte compensata dal ritorno dei turisti europei e americani. I numeri non sono ancora quelli del pre-Covid, quando erano state quasi 5,3 milioni le presenze negli hotel 4 e 5 stelle, ma nel corso del 2023 si dovrebbe tornare sui numeri pre-pandemia. A livello di Città Metropolitana, invece, nei primi 6 mesi del 2022 si sono registrate 4,3 milioni di presenze e 1,8 milioni di arrivi. Tali valori risultano superiori di circa 5 volte rispetto a quanto registrato nello stesso periodo del 2021, seppur ancora lontane dai numeri del 2019 (rispettivamente del 30% e 41% rispetto al primo semestre).

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci