25 febbraio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

20 giugno 2023

Nasce il consorzio dei cantuccini toscani IGP

Assocantuccini si trasformerà per incrementare la promozione estera. Mentre è in calo la produzione, ma non l’export extra UE.

L’associazione tra produttori di cantuccini toscani alle mandorle (Assocantuccini) si trasformerà entro l’anno in consorzio di tutela del cantuccino toscano. L’obbiettivo è rafforzare la promozione del prodotto dolciario toscano IGP sui mercati internazionali.

“Stiamo lavorando alacremente alla trasformazione in Consorzio di Tutela” spiega il presidente di Assocantuccini Giovanni Belli “che oltre a vederci direttamente investiti in materia di controlli, ci consentirà di accedere ai fondi italiani ed europei per la promozione dei prodotti a indicazione geografica, da cui sino ad oggi siamo rimasti esclusi. Abbiamo aperto un nuovo ufficio operativo, siamo divenuti esperti in materia di etichettatura e stiamo mettendo a punto lo Statuto del nuovo Consorzio”.

Calo di consumi sul mercato interno, in crescita l’export

L’associazione – che riunisce 21 imprese toscane del settore dolciario – intanto ha diffuso i dati di produzione del prodotto, che hanno registrato nel 2022 una flessione del 12,7% rispetto al 2021. “Un assestamento atteso e quasi fisiologico” spiega Belli. “Negli anni passati la quota di export era salita dal 37% al 50%, ci siamo affacciati su mercati prima inesplorati, abbiamo conquistato nuovi importanti clienti. Tuttavia le tensioni internazionali e il conflitto russo-ucraino agiscono da fattori di perturbazione e alcune posizioni commerciali non hanno potuto essere consolidate per ovvie ragioni. Non giovano neppure gli alti tassi di interesse, che hanno raffreddato l’economia dell’area euro e purtroppo anche la domanda interna”.

Sono proprio i mercati esteri ad accrescere la fiducia dei produttori. Le esportazioni, infatti, hanno mantenuto la quota sulla produzione complessiva, passando nel 2022 dal 50 al 52%, con un aumento delle esportazioni fuori dalla UE (passate dal 9 al 14%), trainate da Stati Uniti e Svizzera; che hanno contribuito ad attutire la flessione dei mercati europei di riferimento: Germania e Olanda.

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 febbraio 2024

A Pitti-Testo in vetrina le case editrici della Toscana

Leggi tutto
Industria

23 febbraio 2024

Lucca-Pistoia-Prato, l’industria chiude il 2023 a -2,1%

Leggi tutto
Impresa

23 febbraio 2024

Crollo a Firenze, Cna chiede una legge d’accesso alla professione edilizia

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci