1 marzo 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

30 novembre 2023

Moda, Lvmh valorizza i mestieri artigiani (e va a caccia di giovani)

Alla Manifattura Tabacchi di Firenze l’evento annuale del più grande gruppo del lusso al mondo per mostrare il ‘saper fare’.

Silvia Pieraccini

Si dice spesso che nessuno sa comunicare e valorizzare il ‘saper fare’ come i francesi. Oggi, 30 novembre, la conferma si è avuta alla Manifattura Tabacchi di Firenze – l’area residenziale-commerciale in via di rinascita e di ristrutturazione vicina al parco delle Cascine – dove il più grande gruppo del lusso al mondo, Lvmh (che possiede marchi come Bulgari, Fendi, Loro Piana, Pucci, Acqua di Parma, Celine, Dior, Givenchy), ha mostrato a studenti e collaboratori cosa vuol dire lavorare “con le mani” e perché i mestieri artigiani – dal pellettiere all’incisore, dall’addetto all’occhialeria alla sarta – possono rappresentare un futuro lavorativo per tanti giovani.

In mostra il ‘saper fare’ italiano

Lvmh ha messo in scesa ‘Show Me’, l’evento annuale dedicato ai Mestieri d’eccellenza, un ‘contenitore’ creato in Francia nel 2014 e in Italia nel 2017 che si declina nel programma Excellent, rivolto agli studenti delle scuole medie (più di 1.500 quelli coinvolti quest’anno); nel tour ‘You and Me’ che nel 2023 ha fatto tappa a Firenze, Novara e Padova per mostrare percorsi di formazione e opportunità (più di tremila visitatori); e nell’Istituto dei Mestieri d’eccellenza (Ime) che dal 2017 a oggi ha formato 730 studenti, e che ora è pronto appunto ad accelerare con i nuovi corsi. Show Me, con gli sbandieratori del Comune di Firenze, la musica, la premiazione dei vincitori del premio Maestri d’eccellenza, è servito a mostrare a 500 ospiti tra dipendenti, collaboratori, fornitori delle maison, studenti, giornalisti, il ‘saper fare’ italiano, dagli occhiali di Thèlios al tessile di Bulgari, dal cashmere di Loro Piana alle sete di Pucci, fino ai profumi di Acqua di Parma e anche agli alberghi di Belmond.

In Toscana Lvmh conta numerosi stabilimenti

L’intento era appunto quello di valorizzare i mestieri artigiani, sottolineando il ruolo-chiave del ‘saper fare’ così da attrarre giovani nelle 35 manifatture che il gruppo Lvmh conta in Italia: in Toscana ci sono le manifatture di pelletteria di Fendi, Celine, Givenchy, Bulgari, gli stabilimenti Loro Piana e Dior, le concerie Nuti Ivo e Masoni . “Nei prossimi due anni prevediamo di assumere più di 2.500 persone nelle professioni artigianali”, ha spiegato Alexandre Boquel, direttore dei Mestieri d’Eccellenza di Lvmh, che da pochi mesi ha una sede a Firenze, proprio alla Manifattura Tabacchi. I 2.500 nuovi assunti si aggiungeranno alle settemila persone che in Italia già si dedicano ai mestieri artigiani nelle manifatture Lvmh (e ai seimila impiegati/manager).

Lo stand di Pucci all’evento Show Me alla Manifattura Tabacchi di Firenze

Dodici nuovi programmi di formazione

“Nel 2024 lanceremo 12 nuovi programmi di formazione, sempre in collaborazione con scuole-partner – aggiunge Boquel – per mestieri tipici dei distretti italiani come quelli della gioielleria a Valenza, dell’occhialeria in Veneto e della pelletteria in Toscana. E’ sempre più difficile trovare talenti, per questo occorre sensibilizzare le persone e far conoscere i mestieri per appassionarle”. Entro il prossimo anno si prevede la formazione di un gruppo record di 422 studenti italiani. “Quasi dieci anni fa, con la creazione dell’Istituto dei Mestieri d’eccellenza, siamo stati pionieri nel riconoscimento dei mestieri qualificati – afferma Chantal Gaemperle, vicepresidente esecutiva di Lvmh per le risorse umane e le sinergie – oggi il nostro programma ci rende uno dei principali ecosistemi di trasmissione del savoir-faire nel mondo”.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Mestieri

20 febbraio 2024

Fs a caccia di giovani in Toscana: “Tante assunzioni nei prossimi anni”

Leggi tutto
Mestieri

29 gennaio 2024

Gruppo Florence forma 15 calzaturieri

Leggi tutto
Mestieri

06 ottobre 2023

Il restauro è green e femminile

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci