27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

22 marzo 2023

L’emergenza gas non intacca i conti (brillanti) di Toscana Energia

La società di distribuzione del metano controllata da Italgas e partecipata da 80 Comuni guadagna 37 milioni nel 2022. Attesa per il dividendo.

Silvia Pieraccini

Ancora un bilancio record per Toscana Energia, la società di distribuzione del gas controllata (50,7%) dal Gruppo Italgas e partecipata (49,3%) da 80 Comuni toscani guidati da Firenze, che nel 2022 – nonostante la riduzione dei consumi di gas da parte di famiglie e aziende (-9,8% a livello italiano) e dunque la contrazione dei metri cubi distribuiti – si conferma campione di redditività.

Il fatturato 2022 è stato 134 milioni di euro (era 139 milioni nel 2021: l’anno scorso la decisione dell’Autorità di regolazione di ridurre la remunerazione del capitale investito ha comportato ricavi inferiori per circa 4,3 milioni); il margine operativo lordo si è attestato a 101,5 milioni (era 103,67 nel 2021); l’utile netto è stato di 37,1 milioni (40,5 milioni nel 2021). Il bilancio d’esercizio, approvato dal consiglio di amministrazione, indica investimenti tecnici per 60,5 milioni. L’assemblea dei soci, convocata il prossimo 17 aprile, approverà anche il dividendo, che per adesso non è stato svelato (e che nel 2021 ammontò a 28,1 milioni di euro, pari a 0,1924 euro per azione).

Entro l’anno completato il processo di digitalizzazione

Tra gli investimenti realizzati nel 2022 – informa un comunicato – c’è l’estensione della rete del metano, con la posa di 26 chilometri di nuove tubazioni, ed è stata completata la sostituzione dei misuratori tradizionali con gli smart meters; la società ha anche proseguito la digitalizzazione di rete e impianti, investendo quasi 13 milioni con l’obiettivo di completare il processo entro il 2023.

“Guardando agli effetti complessivi indotti dalla congiuntura negativa – afferma l’amministratore delegato Bruno Burigana – possiamo dire con soddisfazione che anche il programma di investimenti societario non ha subito rallentamenti e che, addirittura, è stato leggermente superiore al preventivato. Sono investimenti che puntano all’innovazione e allo sviluppo tecnologico per contribuire alla transizione energetica e al processo di decarbonizzazione nell’ottica di un futuro più sostenibile”.

Toscana Energia è concessionaria del servizio di distribuzione in 101 Comuni, con 797.633 mila misuratori attivi, una rete che si estende per 8.066 km e 976 milioni di metri cubi di gas distribuito (erano 1.102 milioni nel 2021).

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

24 maggio 2024

Pelletteria: Sapaf compie 70 anni e cresce con i clienti di nicchia (e con l’AI)

Leggi tutto
Industria

24 maggio 2024

Baker Hughes, nuova commessa multimilionaria in Algeria con Maire Tecnimont

Leggi tutto
Impresa

23 maggio 2024

Orsini presidente di Confindustria, la Toscana applaude

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci