25 giugno 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

09 febbraio 2022

La girandola delle fiere toscane, tra rinvii e debutti

Ripartono le rassegne in presenza a Firenze, Marina di Carrara e Arezzo dopo lo tsunami del Covid. Ma restano i problemi di bilancio.

Silvia Pieraccini

Pitti Uomo edizione 101 alla Fortezza da Basso di Firenze

Cancellazioni, spostamenti di date, edizioni virtuali: il mondo delle fiere ha vissuto due anni di totale sconvolgimento a causa della pandemia, che ha spazzato via espositori e compratori (soprattutto quelli stranieri). Ora, anche in Toscana, il settore si appresta a ripartire con regole stringenti (entrano in fiera solo vaccinati e guariti dal Covid) e un mercato – offerta commerciale da una parte, domanda dall’altra – praticamente da riconquistare. Il 2022 sarà la prova del fuoco dei saloni fieristici che tornano “in presenza” dopo l’overdose digitale.

Tante rinvii per le fiere di gennaio e febbraio ma debutta ‘Testo’

L’anno è cominciato con nuovi rinvii nelle Fiere di Firenze, Arezzo e Marina di Carrara, che hanno seminato sconforto: le rassegne programmate in gennaio e in febbraio sono state spostate (ancora) in avanti a causa della nuova ondata del virus; ha fatto eccezione la moda di Pitti Uomo, Pitti Bimbo e Pitti Filati, che – avendo già venduto spazi e allestito stand – ha mantenuto le date fiorentine annunciate da tempo (11-13 gennaio per le prime due fiere, 2-4 febbraio per i filati). Sempre Pitti ha deciso di lanciarsi in una nuova “avventura” che avrebbe dovuto debuttare nel marzo 2020 e che, di rinvio in rinvio, partirà il 25-27 febbraio prossimi: si tratta del salone “Testo” (ingresso libero) previsto alla Stazione Leopolda, che punta a raccontare come nasce un libro e come arriva nelle mani del lettore.

Da marzo si riparte a pieno ritmo

Nel mese di marzo – visto da molti come quello del superamento della fase acuta della pandemia – gli appuntamenti riprogrammati sono diversi: dal 4 al 7 alla Fiera di Carrara tornano Tirreno C.T. e Balnearia, saloni di riferimento per l’ospitalità (anche in spiaggia) che erano stati sospesi durante il Covid, mentre dal 5 al 7 marzo a Firenze va in scena la 15esima edizione del salone dell’intimo, lingerie e homewear ‘Immagine Italia & Co.” (inizialmente previsto il primo fine settimana di febbraio). La rassegna si è ormai separata da quella dedicata all’Home Texstyle che si terrà, sempre a Firenze, dal 1 al 4 aprile.

Ancora nel mese di marzo, il 17-18, torna a Marina di Carrara Seatec, la rassegna internazionale di tecnologie, subfornitura e design per yacht e navi, in contemporanea con Compotec, rassegna su compositi e tecnologie, mentre a Firenze dal 26 al 28 marzo si tiene Taste, il salone dei produttori alimentari di nicchia organizzato da Pitti Immagine.

Sempre a Firenze, dal 23 aprile al 1 maggio, sarà la volta di Mida, la mostra sull’artigianato che ha dovuto anch’essa sperimentare edizioni online durante la pandemia, mentre il 7-10 maggio ad Arezzo è programmata OroArezzo, la fiera dell’oro che tornerà dopo due anni di assenza causa pandemia (in autunno dovrebbe riaprire anche la vetrina Gold/italy dedicata alle produzioni orafe made in Italy) . Sempre a maggio, dal 20 al 22, a Firenze riparte Didacta, l’appuntamento per il mondo della scuola. Il primo semestre si chiuderà con i saloni estivi della moda a Firenze: 14-17 giugno Pitti Uomo, 22-24 giugno Pitti Bimbo, 29 giugno-1 luglio Pitti Filati.  

Le speranze per il secondo semestre

Dopo le vacanze si ripartirà alla Stazione Leopolda, dal 10 al 12 settembre, con la fiera degli occhiali d’avanguardia DaTe, mentre pochi giorni dopo, il 16-18, sarà la volta di Pitti Fragranze dedicato alla profumeria di nicchia e al mondo della cosmetica. Se le fiere ripartono, i problemi di bilancio delle società fieristiche toscane (precedenti al Covid nei casi di Arezzo e Carrara, effetto della pandemia nel caso di Firenze) restano e, prima o poi, dovranno essere risolti.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

24 giugno 2022

Case, in Toscana le compravendite crescono anche nel primo trimestre 2022 (+17%)

Leggi tutto
Territorio

23 giugno 2022

Querci confermato presidente dell’Interporto di Prato

Leggi tutto
Territorio

22 giugno 2022

La Regione salva in extremis la norma sulle semplificazioni Pnrr

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci