27 maggio 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Innovazione

26 settembre 2023

Generazione G, Prénatal sceglie la Toscana per sostenere la natalità

La “rete locale” di Generazione G enitori mette tempo, esperienza e presenza a disposizione della genitorialità fragile, priva di sostegno.

Prénatal, celebre marchio dedicato all’infanzia, per il suo 60° anniversario lancia una raccolta fondi in tutti i punti vendita toscani. L’obiettivo è offrire un dare un sostegno concreto alle famiglie in difficoltà e contrastare la denatalità in collaborazione con la rete Moige – Movimento Italiano Genitori. L’iniziativa si chiama progetto Generazione Gn (Generazione Genitori), ed è sostenuta da tutte le insegne di Prg Retail Group – Toys Center, Bimbostore e FAO Schwarz – per affrontare la sfida della denatalità attraverso l’intervento di una “rete locale” di genitori esperti selezionati da Moige in numerosi comuni per dare supporto alle famiglie fragili del territorio.

Una raccolta fondi che coinvolge tutti i cittadini

E’ prevista una raccolta fondi che coinvolge tutti i cittadini, attiva online e presso i 23 punti vendita presenti in Toscana delle insegne Prénatal, Bimbostore e Toys Center, dove sarà possibile donare direttamente e liberamente, destinando il proprio contributo all’Associazione Moige per aiutare l’intervento di genitori esperti a fianco delle famiglie in difficoltà, individuate in base a precisi parametri.

Per garantire qualità, efficacia e presidio locale, il Moige sarà responsabile dellindividuazione dei genitori esperti della rete – che hanno esperienza nella gestione dei figli e nel sociale – della loro formazione sulle tecniche di gestione della relazione genitore-figlio, sulla conoscenza delle difficoltà che possono incontrare i genitori fragili e sulle strategie per gestirle, e infine dell’affiancamento da parte del team di coordinamento per intervenire su casi specifici, in modo da garantire la massima sicurezza nel rapporto con i genitori e i figli.

Tempo, pazienza e presenza a sostegno dei genitori

La “rete locale” di Generazione G mette tempo, esperienza e presenza a disposizione della genitorialità fragile (economica-sociale-culturale-psicologica), priva di una rete di aiuti e di sostegno, con modalità differenti in relazione alle esigenze di ogni famiglia. E’ un intervento di welfare di prossimità su tutto il territorio italiano, atto a stimolare la nascita di nuovi genitori e quindi nuovi bambini. Le azioni comprendono presenza fisica a supporto della gestione del bambino per permettere al genitore di dedicarsi alle sue necessità (impegni domestici, necessità di salute), suggerimenti e consigli, aiuti concreti per attività pratiche e commissioni (spesa, acquisto farmaci), oltre che consulenza per sostegno, se necessario, anche a distanza, e assistenza nella gestione di servizi (compilazione modulistica, servizi burocratici, prenotazioni visite mediche). Inoltre, l’iniziativa offre a queste famiglie – in collaborazione con altri partner – un basket di prodotti e beni essenziali nei primi mesi di vita dei bambini. I partner che, ad oggi, hanno aderito al progetto: Chicco, Clementoni, Mam, Mattel.

Il Ceo di Prénatal: “Orgoglioso di questa iniziativa”

“Sono molto orgoglioso di lanciare il progetto Generazione G”, commenta Alberto Rivolta, CEO di Prénatal. “L’Italia sta affrontando una crisi demografica senza precedenti, con ripercussioni significative sulla nostra società, sull’economia e sulle prospettive future del Paese. In occasione del sessantesimo anniversario di Prénatal abbiamo quindi deciso di assumere un ruolo attivo che possa generare sensibilizzazione su questo tema, con un impatto immediato e benefici tangibili sulle famiglie su tutto il territorio italiano, con un approccio di welfare di prossimità. Per raggiungere questo obiettivo credo sia fondamentale fare sistema tra istituzioni e imprese, per questo sono lieto di avviare la prima fase del progetto a fianco del Ministero per la Famiglia, la Natalità e le Pari Opportunità, in collaborazione con il Moige e le prime aziende partner che hanno deciso di supportare Generazione G”. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Startup

22 maggio 2024

Startup, arriva il demo day di Hubble, neoimprese a confronto

Leggi tutto
Innovazione

15 maggio 2024

Lotta al digital divide, in campo le fondazioni bancarie toscane

Leggi tutto
Innovazione

08 maggio 2024

Sicurezza sul lavoro, bis per premiare le buone pratiche

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci