27 settembre 2022

Logo t24
Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

07 marzo 2022

Firenze, il project financing del tram si allarga

Partono i lavori per la variante alternativa al centro storico, un tratto da 2,5 km e 43 milioni di investimento.

Silvia Pieraccini

Silvia Pieraccini

Si estende la rete del tram di Firenze, che oggi conta tre linee (dalla stazione di Santa Maria Novella verso Scandicci, verso l’aeroporto di Peretola e verso Careggi) e che ora si arricchirà della ‘variante alternativa centro storico’, progettata anni fa dopo il tramonto (in seguito alle proteste) del passaggio dei binari in piazza del Duomo.

Un percorso a ‘U’ per arrivare in centro storico

La ‘variante’, lunga 2,5 km e con sei fermate, partirà dalla Fortezza da Basso per proseguire in viale Spartaco Lavagnini, piazza della Libertà, viale Matteotti e poi, seguendo un percorso a ‘U’, in via Cavour, piazza San Marco, via La Marmora e sbucare di nuovo in viale Matteotti, dove la linea proseguirà poi per Bagno a Ripoli. Tecnicamente si tratta di una modifica del “vecchio” project financing, disciplinato dalla convenzione stipulata nel 2005 tra Comune di Firenze e il concessionario Tram di Firenze spa, società che oggi fa capo, dopo vari riassetti azionari, al fondo Meridiam Infrastructure Europe (60,4%) con i francesi di Ratp (14,5%), Hitachi Rail (10,2%), Alstom Ferroviaria (5,8%), Alstom Transport (3,6%), Mer Mec Ste (1,5%), Architecna Engineering (1,2%), Consorzio Integra (1,2%) e Cmb di Carpi (0,9%). Quel project financing prevedeva il passaggio dal centro storico – e in particolare da piazza del Duomo – che ora è stato rimpiazzato con questa soluzione.

Quinto atto aggiuntivo alla convenzione del 2005

Il 27 dicembre 2021 Comune di Firenze e Tram di Firenze spa hanno firmato il quinto atto aggiuntivo alla convenzione del 2005 per rivedere le previsioni e il piano economico-finanziario. La scadenza della concessione è fissata al 2049 (30 anni dall’entrata in esercizio dell’ultima linea, avvenuta nel 2019).

Costo 43 milioni, il 35% a carico dei privati

L’investimento per la ‘variante centro storico’ sarà di 43 milioni, per il 65% a carico del pubblico e per il 35% dei privati. I lavori, eseguiti dai soci “d’opera” del concessionario, prenderanno avvio tra pochi giorni. La durata prevista è di 22 mesi (compresa la messa in esercizio commerciale, prevista per Natale 2023). Lo step successivo sarà l’avvio della linea per Bagno a Ripoli (e di quella per Rovezzano, entrambe da piazza della Libertà): secondo quanto segnalato dal Comune di Firenze, partiranno tra fine 2022 e inizio 2023.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

26 settembre 2022

La carica del proporzionale: ecco gli eletti in Toscana

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

Rigassificatore di Piombino appeso al nuovo Governo

Leggi tutto
Territorio

26 settembre 2022

Consiglio regionale, Baldini subentra a Montemagni

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci