21 giugno 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Impresa

12 gennaio 2024

Elettricità: Estra Energie a bocca asciutta all’asta dei clienti in uscita dal mercato tutelato

I 26 lotti sono stati aggiudicati a Enel, Hera e altre cinque società. L’azienda toscana parte di Alia Multiutility resta con 195mila clienti.

Silvia Pieraccini

All’asta indetta dall’Acquirente Unico mercoledì 10 gennaio per assegnare 4,5 milioni di clienti domestici che non hanno scelto alcun operatore di energia elettrica in vista della fine del mercato tutelato, la toscana Estra Energie, società del Gruppo Estra oggi parte del polo pubblico Alia Multiutility, che era stata ammessa tra i contendenti, è rimasta a bocca asciutta.

L’aggiudicazione provvisoria dei 26 lotti

L’aggiudicazione provvisoria dei 26 lotti nei quali era stato diviso il Paese, comunicata nella serata di giovedì 11 gennaio alle società che hanno partecipato all’asta, vede il dominio di Enel e Hera, che hanno ottenuto sette lotti di clienti a testa – il massimo ottenibile – per un totale di circa 1,4 milioni di clienti ciascuno (200mila clienti a lotto). I restanti 12 lotti sono stati suddivisi tra Edison (quattro lotti), Illumia (tre lotti), A2A (due lotti), Iren (due lotti) e Eon (un lotto). L’aggiudicazione definitiva sarà fatta dall’Acquirente Unico (la società pubblica che fa capo al ministero dell’Economia) entro il 6 febbraio. Tra i partecipanti all’asta che non hanno ottenuto alcun lotto ci sono, oltre a Estra Energie, anche la multiutility romana Acea e Plenitude del gruppo Eni.

L’asta al ribasso (ma solo sugli oneri fissi)

L’aggiudicazione dell’asta si basava sugli sconti offerti rispetto agli oneri fissi di commercializzazione, visto che il prezzo, nel nuovo regime “a tutele graduali” in cui entreranno i clienti, è a tariffa variabile, senza applicazione di spread sul prezzo di mercato per tre anni. I ribassi offerti, secondo le prime stime, porteranno a uno sconto per i clienti domestici ‘non vulnerabili’ (cioè con meno di 75 anni e senza disagio economico o gravi problemi di salute) di circa due euro al mese sulla bolletta. Il nuovo regime a tutele graduali partirà il 1 luglio 2024.

Estra Energie resta col proprio pacchetto di clienti

Estra Energie dunque non aumenta il proprio portafoglio clienti, che al momento conta 195mila utenti elettrici tra Toscana e Marche, in larga parte famiglie. A questi, dal 1 aprile 2023, si sono aggiunti 170mila clienti elettrici non-domestici (per un totale di 450 gigawattora) di Calabria, Basilicata e dei Comuni di Bari e Taranto, per effetto dell’aggiudicazione del lotto 9 dell’asta indetta un anno fa dall’Acquirente Unico per le microimprese.

Autore:

Silvia Pieraccini

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Industria

20 giugno 2024

Sesa cresce (più del mercato) e nel 2024-25 rafforza il welfare aziendale

Leggi tutto
Industria

20 giugno 2024

Tregua su Amadori, un addio con garanzie (anche per gli avventizi)

Leggi tutto
Impresa

20 giugno 2024

Unicredit supporta lo sviluppo sostenibile di Next Yacht Group

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci