20 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Top Aziende

04 marzo 2024

Beyfin rileva il Gpl della pistoiese Magigas

“Vogliamo crescere progressivamente in Italia e disporre di una rete strutturata”, afferma l’ad Beatrice Niccolai.

Tags

Dopo il potenziamento in regioni come il Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta grazie all’acquisizione di Carbotrade Gas e Aostagas, il gruppo Beyfin acquisisce il ramo d’azienda Gpl Combustione di Magigas Spa, con 15 addetti: con l’operazione, si legge in una nota, il gruppo acquisisce 3.500 tonnellate di Gpl erogato l’anno, e subentra all’azienda pistoiese relativamente alla gestione ed alla distribuzione di Gpl in 7 reti, “inclusa una tra le più grandi d’Italia che copre oltre 9 km di linea con oltre 1.100 contatori servita da un deposito di 50 metri cubi”.

“Oggi Gpl, domani BioGpl – sottolinea Beatrice Niccolai, amministratrice delegata del gruppo Beyfin – per guardare all’energia del futuro. Anche per questo vogliamo crescere progressivamente nei territori italiani e disporre di una rete strutturata capace di servire i clienti per il riscaldamento e per l’autotrazione. Con l’acquisizione del ramo d’azienda Gpl Combustione di Magigas Spa, rafforziamo la nostra posizione di leader nel settore italiano dell’energia. Crediamo da sempre nel Gpl come energia definitiva della transizione energetica, per questo stiamo investendo a livello internazionale nello sviluppo del Biogpl, quale energia totalmente green prodotta dal riciclo dei rifiuti, così da rispondere alle esigenze energetiche per mobilità, riscaldamento, industria e agricoltura, oggi servite dal Gpl”.

Oggi Beyfin conta citca 150 stazioni di servizio, 11 depositi, 11 filiali, 360 dipendenti, con una presenza in 13 regioni e un fatturato che nel 2022 ha toccato i 500 milioni di euro, tra combustione (riscaldamento) e autotrazione. Accanto all’espansione della sua rete, Beyfin è impegnata in un percorso di sostenibilità, avviato ufficialmente con la trasformazione dell’azienda in Società Benefit nel febbraio 2022. L’azienda ha recentemente acquistato 975 Crediti di Sostenibilità della Riserva di Biosfera Mab Unesco dell’Appennino Tosco Emiliano. (lt)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Impresa

19 aprile 2024

Maniva investe nell’acqua Verna e aumenta la capacità produttiva del 30%

Leggi tutto
Impresa

19 aprile 2024

Pure Stagioni affitta ramo d’azienda di Ghiott Dolciaria e punta al rilancio del marchio

Leggi tutto
Industria

18 aprile 2024

Baker Hughes apre a Massa il nuovo Apuane Learning Center

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci