23 aprile 2024

Logo t24Il quotidiano Economico Toscano
menu
cerca
Cerca
Territorio

28 settembre 2023

Viola Park, ora c’è l’agibilità

“Un’enorme soddisfazione – dice il sindaco di Bagno a Ripoli Casini -. Oggi è al traguardo un grande lavoro del nostro Comune”.

La Commissione per il pubblico spettacolo presieduta dal Comune di Bagno a Ripoli (Firenze), dopo un sopralluogo stamani, ha detto sì al rilascio dell’agibilità del nuovo centro sportivo della Fiorentina, il cosiddetto “Viola Park” costruito a sud di Firenze. “Un’enorme soddisfazione – dichiara il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini -. Oggi arriva al traguardo un lavoro grandissimo svolto dal nostro Comune. Da sindaco, a nome di tutta l’amministrazione, faccio le congratulazioni al presidente Commisso, al dg Barone e a tutta la società viola che a questo punto potrà aprire le porte del Viola Park alla cittadinanza e a tutto il popolo viola”. “Il 25 agosto scorso – continua il sindaco Casini – abbiamo ripreso in mano, come amministrazione comunale, il percorso finale di autorizzazione per gli impianti ‘stadio’ del centro sportivo di Acf Fiorentina. Era il tassello mancante per l’agibilità complessiva, dopo che dallo scorso luglio tutte le altre zone, gli uffici amministrativi, gli edifici e le strutture che ospitano le squadre, erano già pienamente agibili e operative”.

Sabato prossimo il primo “stress test”

Sabato prossimo si terrà al Viola Park un evento sportivo aperto al pubblico, “una specie di stress test”, lo ha definito il sindaco Casini, con la partita del campionato Primavera Fiorentina-Milan. Saranno ammessi al massimo 2mila spettatori paganti, in uno dei due mini-stadi costruiti nel centro sportivo. I due impianti dotati di tribune possono ospitare, rispettivamente, 1500 e 3mila spettatori.

Il via libera odierno della Commissione pubblico spettacolo ha riguardato i due mini-stadi, mentre il resto del Viola park aveva ricevuto l’agibilità già a luglio e la Fiorentina vi ha fatto il ritiro precampionato e vi si allena. Le limitazioni al numero di visitatori ammessi sono temporanee e sono legate al completamento di parcheggi esterni, della nuova linea della tramvia dal centro di Firenze a Bagno a Ripoli e alle migliorie alla viabilità pubblica esterna.

Previste deroghe dell’Arpat per il rumore

Secondo quanto si evidenzia, inoltre, sono previste in futuro un certo numero all’anno di deroghe dell’Arpat, relative al rumore, che potranno far salire a 3mila i visitatori ammessi nel centro sportivo. Sull’agibilità completa in tutto il Viola park, Casini ha anche parlato di “lavoro rapido, ma allo stesso tempo meticoloso, serio e attento, frutto della collaborazione da parte di tutti gli enti coinvolti, che ringrazio. Un ringraziamento particolare lo rivolgo però agli uffici comunali che hanno seguito tutto l’iter”. “E’ un orgoglio – conclude – poter vantare sul nostro territorio un esempio virtuoso di partnership tra pubblico e privato. Fiore all’occhiello non solo per Bagno a Ripoli ma per tutta l’area fiorentina, è un investimento di qualità realizzato a velocità record se pensiamo alle tempistiche consuete nel Paese e in Europa”. (sg)

Potrebbe interessarti anche

Articoli Correlati


Territorio

22 aprile 2024

Arnie sommerse dalla neve, a rischio il miele di acacia

Leggi tutto
Territorio

22 aprile 2024

Fra turismo e tramvia cambia l’immobiliare non-residenziale a Firenze

Leggi tutto
Territorio

19 aprile 2024

Le Università americane creano 700 milioni di ricchezza in Italia (253 milioni in Toscana)

Leggi tutto

Hai qualche consiglio?

Scrivi alla nostra redazione

Contattaci